Tutto quel che Dio fa è per sempre; niente c’è da aggiungervi, niente da togliervi; e che Dio fa così perché gli uomini lo temano
Ecclesiaste 3, 14

Il Santo, il Veritiero, colui che ha la chiave di Davide, colui che apre e nessuno chiude, che chiude e nessuno apre
Apocalisse 3, 7

Anche la nostra è un’epoca segnata da turbolenti cambiamenti socio-economici che provocano nella popolazione tensione, frustrazione ed un clima generale di incertezza ed insicurezza. Nella sua ricerca del senso al significato e allo scopo della vita di fronte all’inevitabile presenza della morte, l’Ecclesiaste o Qohelet conclude che «Tutto è vanità» (1, 2). L’affermazione riassume tutta la frustrazione e la delusione ch’egli prova nella sua esperienza di vita. Ma l’Ecclesiaste odia la vita non perché non la voglia vivere, ma perché vorrebbe viverla con soddisfazione ma il presente gli ostruisce il cammino. Gli avvenimenti della sua storia gli impediscono di realizzarsi come persona viva, che prende piacere dalle proprie opere creative.

La vita umana con tutti i suoi drammi è una vanità secondo l’Ecclesiaste, ma è anche, soprattutto, un dono della grazia di Dio che merita di essere vissuto con profonda riconoscenza anche in tempi di totale frustrazione, sapendo che non siamo abbandonati al corso degli eventi, che Dio ha il controllo su ogni cosa e che non dimentica nessuna delle sue creature.

Un insegnamento che possiamo trarre dalle pagine dell’Ecclesiaste è che, di fronte agli inevitabili cambiamenti e agli sconvolgimenti della vita, dobbiamo sempre confidare in Dio e non rinchiuderci nel non senso, nella disperazione e nel disgusto per la vita.

Secondo la Bibbia noi acquistiamo saggezza nella misura in cui prendiamo coscienza dei nostri limiti, della mutevolezza della natura umana e di conseguenza ci affidiamo a Dio a cui spetta l’ultima parola sulle vicende della vita umana e le cui decisioni sono più che sufficienti e immutabili. Per questo noi crediamo che l’opera di Dio per la nostra salvezza in Cristo basta e avanza, e non c’è niente che possiamo né aggiungere né togliervi.

Immagine: via istockphoto.com