«Una giornata per celebrare insieme l’eredità della Riforma, e per riflettere, in dialogo con esponenti della cultura e di altre chiese, sull’attualità del suo messaggio»: così il presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei), pastore Luca Maria Negro, spiega il senso della Giornata ufficiale della Fcei per il 500° anniversario della Riforma protestante dal motto “Liberi per amare e servire” (cfr. Galati 5, 13), organizzata in collaborazione con la Consulta delle chiese evangeliche di Roma. Un appuntamento aperto a tutti e tutte, che alterna momenti di riflessione e dibattito, a momenti di musica, celebrazione e lode. A festeggiare insieme saranno protestanti, pentecostali e avventisti, a tre giorni dalla data-simbolo dell’inizio della Riforma – la tradizione vuole che il monaco agostiniano Martin Lutero affisse le sue 95 tesi contro le indulgenze sul portone della chiesa di castello di Wittenberg il 31 ottobre 1517.

Sul tavolo temi come l’attualità della Riforma, il dialogo ecumenico, il pluralismo religioso, le migrazioni e i “corridoi umanitari”. Nel quadro delle celebrazioni per la #Riforma500, martedì scorso, 24 ottobre, una delegazione di evangelici si è recata in Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha sottolineato «il forte tasso di impegno sociale» delle chiese evangeliche, citando in particolare il progetto ecumenico dei “corridoi umanitari”.

Fitto il programma della Giornata, che include una tavola rotonda con la partecipazione del card. Gianfranco Ravasi, di Gian Enrico Rusconi, e dei teologi Daniele Garrone e Hanz Gutierrez. Nel pomeriggio, un culto con la predicazione a due voci: Maria Bonafede, pastora valdese, e Carmine Napolitano, pastore pentecostale e presidente della Federazione delle chiese pentecostali.

Numerose iniziative a latere, come la presentazione della nuova traduzione della “Bibbia italiana della Riforma”, la presentazione del Cd di canti evangelici per bambini realizzato dal Servizio istruzione e educazione (Sie) della Fcei, testimonianze di impegno evangelico nel sociale.

La Giornata prenderà il via alle 8.30 con una “marcia di preghiera” presso la chiesa metodista di Ponte Sant’Angelo, per giungere alle 9.30 al tempio valdese di pz Cavour, e si concluderà con la Sinfonia della Riforma, op. 107, di Felix Mendelssohn, eseguita dal dall’orchestra “I concerti nel tempio” (ingresso libero).

Dalle 9.50 alle 11 del 28 ottobre il Tg2 RAI realizzerà uno “speciale” in diretta dal tempio di piazza Cavour, con la partecipazione da studio del pastore Luca Baratto, curatore del “Culto Radio” (RAI RadioUno), e Francesca Litigio, segretaria della Federazione giovanile evangelica in Italia (Fgei).

Qui il programma completo

Condividi l’evento Facebook. L’hashtag dell’evento è #ChiamatiALibertà.

Interesse geografico: