Il tono dell’amicizia

Raduno annuale dei Trombettieri della Val Pellice, che quest'anno celebrano i 60 anni di attività con cinque concerti e ospiti internazionali

Il tono dell’amicizia è il motto dei Trombettieri della val Pellice, gruppo musicale che raduna suonatori di trombe, tromboni, tube e corni dalle valli e dalla pianura pinerolese. Conosciuto all’inizio delle loro attività come Trombettieri delle Valli Valdesi, il gruppo festeggia in questi giorni i 60 anni di attività, organizzando da oggi a domenica 11 giugno un raduno internazionale che si snoderà tra Torre Pellice, Angrogna e Pinerolo. Il nome venne scelto anche per differenziarsi dai Bläser tedeschi, a cui sono tutt’ora legati da un gemellaggio che, nato proprio nel lontano 1957, si è rinsaldato grazie ai continui scambi musicali.

Negli ultimi anni si è poi aggiunta alla "famiglia" anche la fanfara francese Les Ambrassadeurs, con cui si sono ritrovati lo scorso luglio per lo storico culto italo–francese al colle della Croce in alta val Pellice insieme a un’orchestra statunitense proveniente da Jacksonville, in Florida.

Il repertorio dei Trombettieri prende spunto da diverse fonti: musica cristiana, classica, moderna e composizioni originali. Dario Paone, direttore del gruppo, arrangiatore e compositore, cura le collaborazioni con diversi gruppi in Italia e all’estero.

Il numero dei musicisti varia molto tra l’estate e l’inverno, ma i concerti offerti sono sempre affollati e negli ultimi anni l’attività del gruppo si è intensificata. Oltre al consueto ambito puramente concertistico, offre infatti servizio presso le istituzioni e chiese, per la raccolta di fondi a favore di progetti sociali condivisi.

Il programma del raduno di questi giorni è molto ricco, con cinque concerti pubblici in soli quattro giorni: il primo sarà questa sera, giovedì 8 giugno, alle 21 al Teatro del Forte di Torre Pellice, con il concerto JazzChor Rottweil, a cui partecipano Big Band e coro.

Venerdì alle 21 al tempio valdese di Torre ci sarà il concerto Il Tono dell’Amicizia con interventi musicali dei vari gruppi internazionali e un finale eseguito da oltre 100 suonatori in contemporanea.

Sabato sarà dedicato al Tono della Pace, con un’escursione al colle della Vaccera, in val d’Angrogna, dove ci sarà la possibilità di un mini-concerto alle ore 11. Poi il gruppo si sposterà a Pinerolo per un concerto estemporaneo dedicato alla pace, previsto alle 18,45 in piazza San Donato.

La chiusura del raduno sarà domenica 11 giugno, con il Tono dell'Arrivederci, un tradizionale concerto finale alle ore 17 in piazza Muston a Torre Pellice. L’ingresso a tutti i concerti è libero.