Visita Pinerolo, in un nuovo sito le meraviglie delle nostre terre

Dalla città della cavalleria alle valli valdesi il progetto mette a sistema le tante attrattive e potenzialità del territorio

Arte e storia, sport all’aria aperta e cultura.

Pinerolo e il pinerolese sono territori con potenzialità attrattive notevoli, lo si ripete da anni. La necessità di farsi conoscere meglio e di mettere e a sistema la propria offerta turistico ricettiva è sfida che nel tempo si è rinnovata a intervalli regolari e con fortune alterne.

Nel tentativo di razionalizzare le proposte e promuovere efficacemente le bellezze di queste terre la Compagnia di San Paolo e il Comune di Pinerolo hanno avviato nell’ultimo anno il progetto “Pinerolo si racconta”, il cui focus è riservato in particolare alla valorizzazione dei beni museali e storico artistici che negli anni sono stati oggetto di importanti programmi di tutela da parte della stessa Compagnia.

Il progetto è ampio e si concreta in differenti modalità, dalla costruzione di visite guidate e coordinate in città e nelle valli alla formazione di volontari e giovani che diventeranno i primi ambasciatori del pinerolese, da incontri e seminari per implementare conoscenze e buone pratiche, fino allo sbarco ufficiale nel web con un sito ricchissimo di informazioni e di stimoli, www.visitapinerolo.it  . Percorsi interattivi , audioguide disponibili on line, una carrellata sulle proposte culturali e naturali di queste zone, in collaborazione con molti attori che da anni operano sul territorio, in particolare i musei e i centri culturali. Fra questi anche il Centro culturale valdese di Torre Pellice, e proprio un tour del sistema museale valdese è una fra le molte proposte di itinerario presentate. Dalle miniere di Prali al Forte di Fenestrelle, dal borgo di Usseaux alla strada dell’Assietta, dalle dimore storiche alla rocca di Cavour, le alternative sono per tutti i gusti e le sensibilità.

Un  sito dinamico quindi, fresco cui si aggiungono una web app collegata al sito, la pagina facebook di rito e le audioguide che in tre lingue propongono, al momento, due visite molto ampie del centro storico e di Pinerolo come città della cavalleria.

Il progetto è stato concretamente realizzato dalla città di Pinerolo con l’Ufficio per la Pastorale del turismo della diocesi di Pinerolo e la partecipazione di molti attori del territorio. Uno strumento valido per razionalizzare e mettere a sistema le molte bellezze e attrattive di questo lembo di Piemonte.

 

Interesse geografico: