40 anni di Olimpiadi: a Porte una festa dello sport

Quattro giorni di sport e festa per la XXI miniolimpiade di Valle

Si è conclusa domenica la XXI edizione delle Miniolimpiadi di Valle. Oltre settecento piccoli atleti appartenenti a 16 comuni delle valli Chisone e Germanasca hanno dato vita a quattro giorni di sport, divertimento e amicizia nel solco di una tradizione che, a cadenza biennale, si rinnova dal 1977. «Abbiamo fortemente voluto l’organizzazione di questa edizione – racconta la sindaca di Porte, Laura Zoggia – anche per rendere omaggio a coloro che, quarant’anni fa, proprio qui, diedero inizio a questa bella tradizione». In occasione della cerimonia d’apertura sono stati proprio loro a sfilare portando la bandiera olimpica in chiusura di corteo, commossi al ricordo di quando furono loro a organizzare i Giochi. Oltre agli organizzatori, anche un’ottantina di atleti dell’edizione del 1977 hanno sfilato con i comuni di appartenenza insieme ai ragazzini che hanno preso parte a quest’ultima edizione. «Sembra di entrare nella macchina del tempo, mi sembra di riprovare le emozioni di allora» racconta uno dei partecipanti della prima edizione.

Chiusa la cerimonia d’apertura con l’accensione del braciere olimpico e arricchita dalla spettacolare performance della Scuola di Ginnastica di Grugliasco, spazio alle gare: venerdì il nuoto nella piscina di Perosa Argentina, sabato e domenica l’atletica presso l’impianto sportivo del Malanaggio. Velocità, salto in lungo, maratona, lancio del peso e molto altro: i giovani atleti, divisi in fasce d’età, hanno dato tutto il loro meglio. Alcuni hanno festeggiato la conquista di una medaglia, altri li abbiamo visti in lacrime per l’obiettivo mancato, ma tutti sono stati protagonisti di un bellissimo evento sportivo, in cui tutto è filato liscio grazie a un’impeccabile organizzazione. «I volontari – dichiara la sindaca di Porte – meritano la medaglia d’oro. A partire dalla cerimonia d’apertura e passando per tutti i tre giorni di gare, queste 170 persone hanno gestito in modo mirabile ogni fase dell’evento, raccogliendo i frutti di un lavoro che li vedeva impegnati da due anni, dal momento in cui il nostro paese si è aggiudicato l’iniziativa». Porte era alla sua quarta miniolimpiade, dopo la I edizione del 1977, seguita da quelle del 1987 e del 2001. Al termine della premiazione finale, è stato svelato il nome del prossimo paese organizzatore: sarà Pinasca ad avere l’onere e l’onore di ospitare per la seconda volta i Giochi, per quella che sarà la XXII edizione. Appuntamento allora al 2019, per continuare una tradizione sportiva che attraversa le generazioni.

Foto gentilmente concessa da Comitato organizzatore

 

Interesse geografico: