Leader della chiesa assira arrestato in Iran

Nelle ultime settimane molte notizie di minacce e arresti a cristiani nel paese

Un leader della chiesa assira e due suoi colleghi, sono stati arrestati a Tehran il 26 Dicembre delle forze di sicurezza del regime iraniano.

Un gruppo di agenti in borghese ha fatto irruzione della casa del pastore Victor Beth, già ripetutamente minacciato in passato dalle autorità perché celebrava messe in lingua persiana.

Un portavoce di “Alleanza delle Chiese Iraniane”, che riunisce le chiese evangeliche e protestanti, ha detto ai media: «Le forze di sicurezza dello stato hanno fatto irruzione nella casa del pastore Victor Beth Tarmez, hanno confiscato i suoi effetti personali e lo hanno trasferito alla prigione di Evin.

Negli ultimi anni abbiamo assistito a diverse ondate di arresti di cristiani durante il periodo natalizio».

Gli agenti che hanno fatto irruzione nella casa hanno separato gli uomini dalle donne che partecipavano alla celebrazione del Natale, poi li hanno perquisiti e hanno confiscato i loro documenti di identità e i telefoni.

Gli agenti hanno inoltre perquisito la casa e confiscato gli effetti personali del pastore, tra cui computer, libri e telefono cellulare.

Nelle ultime settimane sono giunte molte notizie di minacce e arresti a cristiani in Iran.

Un articolo parlava di nove cristiani arrestati in una chiesa domestica nella città di Roudehen, nella provincia di Tehran, in Iran il giorno di Natale e trasferiti poi in una località sconosciuta.

Il leader supremo iraniano Ali Khamenei, recentemente ha detto in un discorso a Qom che il fenomeno delle chiese domestiche e dei Baha'i è una forma di ostilità verso la “Repubblica Islamica”.

Fonte ncr-iran.org/

Foto: "Grand Ayatollah Ali Khamenei," by Sajed.ir of "The Foundation of Holy Defence Values, Archives and Publications" - http://www.sajed.ir/pe/images/stories/img_pictures/originals/20070219_1118236758_walpaper-agha-001.jpg. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons.

 

Interesse geografico: