Paesi Bassi: cattolici e protestanti, testo comune sulla Riforma

In vista delle celebrazioni per i 500 anni nel 2017 le componenti cristiane stanno lavorando ad una dichiarazione congiunta

La Chiesa cattolica e la Chiesa protestante nei Paesi Bassi stanno lavorando a una dichiarazione congiunta in vista della celebrazione dei 500 anni della Riforma, nel 2017. Lo hanno annunciato il vescovo di Groningen-Leeuwarden, mons. Gerard de Korte, e Arjan Plaisier, segretario della Chiesa protestante nei Paesi Bassi (Pkn) nel corso di un dibattito a Hardenberg su "Il futuro e le sfide per le Chiese entro il 2025". Il documento «avrà un approccio storico, ma guarderà anche avanti», ha spiegato mons. De Korte e sarà indirizzato «alle chiese ma anche alla società». Il documento intende rispondere alla domanda su «come rendere testimonianza di fede in Cristo che sia interessante nell'oggi, e trasmettere il messaggio del Vangelo alle nuove generazioni». Le Chiese vogliono dare «un nuovo slancio» all'ecumenismo e vivere insieme la commemorazione dei 500 anni della Riforma. Il gruppo di lavoro composto da rappresentanti di entrambe le confessioni si è già riunito due volte. Tra i membri cattolici sono il vescovo di Rotterdam Hans van den Hende, delegato per l'ecumenismo, e mons. Gerard de Korte, delegato per le questioni sociali.

Fonte Sir – Servizio informazione religiosa

Foto "Zicht op Amsterdam1" di Gouwenaar - Opera propria. Con licenza CC0 tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: