Sfogliando i giornali del 18 maggio

Fnita la tregua in Yemen; due esplosioni in Turchia nelle sedi del partito curdo Hdp; nel Sudest asiatico si cerca una soluzione per risolvere la crisi dei migranti rohingya; la Chiesa di Scozia apre a pastori e diaconi appartenenti a unioni civili omosessuali; in Sudan aumentano le persecuzioni per motivi religiosi

01 – Yemen, finita la tregua. Ieri sera sono ripresi i raid aerei della coalizione a guida saudita

La notizia su: New York TimesAl JazeeraEuronewsLa Stampa

02 – Turchia, due esplosioni nelle sedi del partito curdo Hdp nelle città di Adana e Mersin, nel sud del paese

La notizia su: AskanewsRsi.chEuronewsReutersDeutsche Welle

03 – Sudest asiatico, i presidenti di Malesia, Thailandia e Indonesia annunciano un incontro per studiare nuove strategie per risolvere la crisi dei migranti rohingya

La notizia su: InternazionaleThe GuardianRfiLa Voix du NordLibération

04 – Regno Unito, l’assemblea generale della Chiesa di Scozia dà il via libera a pastori e diaconi appartenenti a unioni civili tra persone dello stesso sesso

La notizia su: Protestant NewsTelegraphHuffington Post UkThe Guardian

05 – Sudan, a un anno dalla sentenza contro Meriam Ibrahim, le persecuzioni per motivi religiosi sono in aumento

La notizia su: Christian TodayOne News NowAclj

Foto: "Cox's Bazaar Refugee Camp (8539828824)" di Foreign and Commonwealth Office - Flickr. Con licenza OGL tramite Wikimedia Commons.