Il moderatore scrive alla neoeletta Presidente dell’Unione delle comunità ebraiche italiane

Nella sua lettera a Noemi Di Segni il pastore Eugenio Bernardini esprime le congratulazioni della Tavola Valdese e la fiducia nel proseguimento della tradizione di incontri, scambi e collaborazioni tra valdesi ed ebrei

Fonte: chiesavaldese.org

Alla Presidente della UCEI, Unione delle comunità ebraiche italiane, Noemi Di Segni

Gentile Presidente,

a lei e al nuovo Consiglio dell'Unione delle comunità ebraiche, le congratulazioni e gli auguri di buon lavoro da parte mia e della Tavola valdese.

Nel lungo cammino per i diritti e la libertà religiosa, valdesi ed ebrei si sono spesso incontrati unendo la loro azione in difesa di fondamentali principi di pluralismo e di laicità.

Di fronte alle nuove sfide e alle nuove opportunità che si aprono di fronte a noi, sono fiducioso che avremo modo di proseguire e rinnovare questa tradizione di incontri, scambi e collaborazioni.

Il dialogo interreligioso, l'affermazione di un nuovo pluralismo religioso che comprende nuove comunità e nuove tradizioni spirituali, il contrasto a ogni forma di antisemitismo, razzismo e xenofobia, la costruzione di sostenibili programmi di accoglienza e integrazione dei migranti e dei profughi sono temi sui quali spero avremo modo di discutere e confrontarci.

Con viva cordialità, cara Presidente, buon lavoro.

Per la Tavola valdese

il moderatore

past. Eugenio Bernardini

Immagine: via Moked

Interesse geografico: