Le riviste culturali e la Riforma tra le nuvole

«Più libri, più liberi». La letteratura e le riviste culturali alimentano il pensiero alla Fiera della piccola e media editoria al centro convegni «La Nuvola» di Roma

 

Da oggi 6 dicembre il centro convegni «La Nuvola» ospitala rassegna della piccola e media editoria «Più libri più liberi» quest’anno trasferitasi nella nota sede firmata dall’Archistar Fuksas. 500 editori con 550 appuntamenti e oltre 1000 autori si alterneranno sui vari palchi.

#LaNuvola: con questo hashtag sarà possibile seguire, in tempo reale: eventi, immagini, frasi e commenti, che si alterneranno nelle sale eventi e tra gli stand.

L’altra novità è questa: insieme ai libri e dopo il successo dell’esperienza pilota dell’anno passato, saranno le riviste culturali a essere protagoniste con la Seconda Rassegna delle Riviste Italiane di Cultura.

L’iniziativa è promossa dal Coordinamento delle riviste italiane di cultura (Cric), organismo presieduto dal professor Valdo Spini, già ministro della Repubblica e parlamentare di lungo corso. 

Un appuntamento culturale che fornirà spunti di riflessione di ampio respiro e un focus dedicato alla Riforma protestante, la lettura e la cultura.

Una rassegna che anche quest’anno è sostenuta attraverso l’otto per mille dell’Unione delle chiese metodiste e valdesi e che, per la prima volta, vede il partenariato del Centro per il Libro e la Lettura del Mibact.

«Scopo della Rassegna è far conoscere e far comprendere al pubblico della Fiera il prezioso contributo che le riviste italiane di cultura apportano nella costruzione della nostra società democratica e ricordare altresì quanto queste siano state fondamentali anche nel recente passato», rileva Valdo Spini.

«Le iniziative che abbiamo messo in programma – prosegue Spini – possono essere riassunte con il titolo “Le riviste di cultura e i valori del dialogo e della coesione”. Porteremo al nostro stand espositivo 245 riviste, delle quali 197 pubblicate da Case Editrici, tra le quali ricordo Olschki, Pacini Editore, Fabrizio Serra Editore, Edizioni di Storia  letteratura, Pagine; sono invece 48 le riviste culturali singole. La cultura è la condivisione del sapere ed è un processo democratico per riaffermare i valori del dialogo e della coesione», conclude.

Il programma della rassegna delle riviste italiane di cultura, inserito nel contesto più ampio delle rassegna, prevede per domani, 6 dicembre alle 16,  nello spazio rassegna allo stand  M 10 al piano Forum, un’iniziativa presentata dall’editore Olschki: «Retorica aiutando e spirito critico mancando» e la presentazione della rivista internazionale di studi sciasciani «Todomodo» con i saluti di Valdo Spini e Luigi Carassai e gli interventi di Massimo Teodori e Guido Vitiello. Saranno presenti, Francesco Izzo e Carlo Fiaschi (direzione editoriale «Todomodo»).

Alle 17, sempre nello spazio rassegna, il Coordinamento della Riviste italiane di cultura e il Circolo Fratelli Rosselli  presentano «Attualità dei Rosselli: una riflessione per l’oggi» con la presentazione del Quaderno del Circolo Rosselli «Carlo e Nello Rosselli nell’80° dell’assassinio. Atti del Convegno Internazionale di Parigi (6 Giugno 2017)», con Giorgio Panizzi, Blando Palmieri, Giuseppe Imbesi, conclude Valdo Spini. Presiede Sergio Bianconi, vice presidente Cfr Roma.

Il 7 dicembre alle 16.30 nello spazio rassegna: «Significati ed eredità della rivoluzione d'ottobre», in occasione dell'uscita del numero 46 di «Alternative per il Socialismo» con Luciano Beolchi, Fausto Bertinotti, Maria Rosa Cutrufelli, Alfonso Gianni, Franco Russo, Bia Sarasini, Aldo Tortorella.

L’8 dicembre  alle 16, nello spazio rassegna, presentazione di «Semicerchio», rivista di Poesia comparata, in occasione dei suoi trent’anni di attività, con Antonella Francini e Michela Landi.

Il 9 dicembre,  alle 16 nello spazio rassegna, la presentazione del nuovo progetto per una biblioteca digitale di «Lettera Internazionale», con Biancamaria Bruno e Silvia Moretti.

Alle 17, nella Sala Sirio: «La Riforma, la lettura, la cultura» alla quale parteciperanno Valdo Spini presidente del Cric, Bruno Forte arcivescovo di Chieti, Eugenio Bernardini, moderatore della Tavola valdese, Aud Tønnesen, storica, teologa e preside della Facoltà di Teologia dell’Università di Oslo.

Il 10 dicembre alle 10, nello spazio rassegna, «Balducci, Turoldo, Milani, preti di frontiera» con la presentazione del numero speciale della rivista «Testimonianze» con Ferdinando Cancedda (giornalista e blogger), Emma Fattorini (senatrice e storica della Chiesa), Severino Saccardi (direttore di Testimonianze), Valdo Spini. Coordina Claudio Paravati, direttore del mensile «Confronti».

info@cric-rivisteculturali.it 

www.cric-rivisteculturali.it 

 

Interesse geografico: