Il pinerolese si tinge di rosa

Grande attesa per il passaggio del Giro d’Italia con arrivo e partenza a Pinerolo. Prima volta per la Val Pellice

Manca ormai davvero poco all’evento sportivo dell’anno: giovedì 23 e venerdì 24 maggio Pinerolo si tingerà di rosa per il passaggio del Giro d’Italia, che per la settima volta nella ormai centenaria storia della corsa a tappe più amata dagli italiani, vedrà l’arrivo all’ombra della Basilica di San Maurizio.

Sarà invece la prima volta per la Val Pellice, con il passaggio nel centro di Bricherasio e Luserna San Giovanni prima della deviazione per Montoso, anch’esso all’esordio in rosa e, insieme al “Muro degli Acaja”, fase saliente di questa tappa.

Un amore di lunga data quello tra Pinerolo e il Giro, che richiama alla memoria quel 10 giugno 1949 in cui Fausto Coppi, in una Cuneo-Pinerolo molto diversa da quella di oggi, plasmò il mito dell’“uomo solo al comando”, inserendo un ulteriore tassello a una carriera leggendaria. Un amore intenso ma discontinuo, rinnovato e rinforzato negli ultimi anni grazie alla passione e alle possibilità economiche di Elvio Chiatellino, imprenditore pinerolese e vero e proprio mecenate del passaggio della cosa in rosa a Pinerolo.

Una Cuneo-Pinerolo molto diversa, si diceva, da quella del 1949: una tappa relativamente breve (158 km) e, probabilmente, nemmeno troppo decisiva per quel che riguarda la vittoria finale, ma caratterizzata da alcune fasi, concentrate soprattutto nel finale, che daranno il cambio di marcia al Giro. Su tutte il doppio passaggio sulla salita di via Pricipi d’Acaja, caratterizzata da una pendenza del 20%, e il primo Gran Premio della Montagna con la salita di Montoso dal versante di Bibiana prima del ritorno a Pinerolo.

Più impegnativa la tappa successiva, che venerdì 24 maggio saluterà Pinerolo per raggiungere l’arrivo sopra i 2000 metri nella suggestiva cornice del Lago Serrù a Ceresole Reale dopo aver passato il Colle del Lys nel suo versante più difficile, con lunghi tratti caratterizzati da una pendenza del 9-10%, e la salita di Pian del Lupo, anch’essa inedita nel Giro d’Italia. Significativo, da un punto di vista storico, il passaggio sulla Colletta di Cumiana, omaggio a Francesco Camusso, primo ciclista a vestire la mitica maglia rosa nel lontano 1931.

Come sempre il passaggio del Giro sarà prima di tutto una grande festa che coinvolgerà tutti i luoghi di passaggio e, in particolare, il comune di Pinerolo, promotore di una serie di eventi prima e dopo la tappa nel segno della bicicletta, nell’intento di approfittare della visibilità offerta da un evento di questa portata per un rilancio, a dire il vero già in atto, dal punto di vista dell’attrazione turistica.

Istruzioni per l’uso

Il passaggio del giro d’Italia comporta inevitabilmente uno stravolgimento della viabilità che interessa tutte le località protagoniste. Ecco l’elenco completo delle variazioni al traffico nelle giornate del 23 e 24 maggio.

Pinerolo IL DIVIETO TRANSITO E DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA Di tutti i veicoli, compresi quelli muniti di speciali autorizzazioni in deroga ai divieti, ad eccezione dei veicoli accreditati dall'organizzazione identificabili da adesivi riportanti la dicitura “La Gazzetta dello Sport – 102° Giro d'Italia” nelle seguenti strade (ambo i lati) e piazze e nei seguenti giorni ed orari, e comunque fino al termine delle esigenze Dalle ore 16,00 del 22 maggio 2019 alle ore 18,00 del 24 maggio Piazza Vittorio Veneto (tutta la Piazza) Dalle ore 19,00 del 22 maggio 2019 alle ore 18,00 del 24 maggio Piazza Cavour (tutta la piazza) Via Lequio (area di sosta interna e strada) Piazza III Alpini, (tutta la piazza).

IL DIVIETO DI SOSTA CON RIMOZIONE FORZATA Di tutti i veicoli, compresi quelli muniti di speciali autorizzazioni in deroga ai divieti, ad eccezione dei veicoli accreditati dall'organizzazione identificabili da adesivi riportanti la dicitura “La Gazzetta dello Sport – 102° Giro d'Italia” nelle seguenti strade (ambo i lati) e piazze e nei seguenti giorni ed orari, e comunque fino al termine delle esigenze Dalle ore 06,00 alle ore 23,00 del 23 maggio 2019 Viale Primo Maggio (tutte le aree di sosta), Piazza Barbieri, Corso Torino (tratto da Piazza III Alpini a Corso Bosio, compresa area di sosta tra la rotonda del Cavallo e Via Bertacchi), Viale Giolitti, Corso Bosio (tratto da Via Giolitti a Corso Torino), Piazza Garibaldi, Viale Cavalieri d'Italia (tratto da Piazza Garibaldi a Via Cambiano), Via Cambiano, Via Rossi, Via Trieste, Via Savoia, Piazza Tegas, Via Brignone, Via Marro Dalle ore 06,00 alle ore 18,00 del 23 maggio 2019 Via Saluzzo, Viale Castelfidardo, Via Dei Mille,Piazza Matteotti, Piazza Santa Croce, Via Trento, Via Principi d’Acaja, Largo D’Andrade, Piazzale San Maurizio (con esclusione della mezza piazza verso la basilica), Viale Gabotto, Via Tosel (compresa tutta l'area di sosta) Via San Pietro Val Lemina, Via Cottolengo, Stradale Fenestrelle, Via Nazionale (tratto da Stradale Fenestrelle a Via Giustetto), Via Giustetto (carreggiata), Via Nazionale (dalla rotonda dei minatori a fine territorio di competenza), Via De Amicis, Via Cittadella,Viale Savorgnan d’Osoppo, Piazza Marconi (tratto da Via Trieste a Via Rossi).

Dalle ore 22,00 del 23 maggio alle ore 16,00 del 24 maggio 2019 Piazza Matteotti, Piazza Solferino, Via Di Vittorio (comprese le aree di sosta fiancheggianti Via Montegrappa), Via Diaz, Via Oberdan Dalle ore 05,00 alle ore 14,00 del 24 maggio 2019 Piazza Barbieri, Corso Torino (tratto da Piazza III Alpini a Corso Bosio, compresa area di sosta tra la rotonda del Cavallo e Via Bertacchi), Viale Giolitti (tutta la strada), Corso Bosio (tratto da Via Giolitti a Corso Torino), Piazza Garibaldi, Viale Cavalieri d'Italia (tratto da Piazza Garibaldi a Via Cambiano), Stradale Fenestrelle (tratto da Via Cottolengo a Piazza Santa Croce), Via Martiri del XXI, Viale della Porporata.

CHIUSURA AL TRANSITO Di tutti i veicoli, compresi quelli muniti di speciali autorizzazioni in deroga ai divieti, ad eccezione dei veicoli accreditati dall'organizzazione identificabili da adesivi riportanti la dicitura “La Gazzetta dello Sport – 102° Giro d'Italia” nelle seguenti strade (ambo i lati) e piazze e nei seguenti giorni ed orari, e comunque fino al termine delle esigenze Dalle ore 06,00 alle ore 23,00 del 23 maggio 2019 Piazza Cavour (tutta la piazza),Via Lequio (strada ed area di sosta interna), Piazza Vittorio Veneto, (tutta la Piazza e controviali lato Teatro Sociale e lato ex caserma Fenulli), Piazza III Alpini, (tutta la piazza), Piazza Barbieri, Corso Torino (tratto da Piazza III Alpini a Corso Bosio, compresa area di sosta tra la rotonda del Cavallo e Via Bertacchi), Viale Giolitti (tutta la strada), Corso Bosio (tratto da Via Giolitti a Corso Torino), Piazza Garibaldi, Viale, Cavalieri d'Italia (tratto da Piazza Garibaldi a Via Cambiano), Via Cambiano, Via Rossi (tratto da Corso Porporato a Via Cambiano), Via Trieste, Piazza Tegas, Via Brignone, Via Marro. Dalle ore 13,30 alle ore 18,00 del 23 maggio 2019 Via Saluzzo, Viale Castelfidardo, Via Dei Mille, Piazza Santa Croce, Via Trento, Via Principi d’Acaja, Piazzale San Maurizio, Viale Gabotto, Via Tosel, Via San Pietro Val Lemina, Via Cottolengo, Stradale Fenestrelle, Via Nazionale (tratto da Stradale Fenestrelle a Via Giustetto), Via Giustetto (carreggiata), Via Nazionale (dalla rotonda dei minatori a fine territorio di competenza), Via De Amicis, Via Cittadella, Viale Savorgnan d’Osoppo, Piazza Marconi, Via Rossi.

Dalle ore 05,00 alle ore 14,00 del 24 maggio 2019 Piazza Cavour (tutta la piazza), Via Lequio (strada ed area di sosta interna), Piazza Vittorio Veneto, (tutta la Piazza e controviali lato Teatro Sociale e lato ex caserma Fenulli), Piazza III Alpini, (tutta la piazza), Piazza Barbieri, Corso Torino (tratto da Piazza III Alpini a Corso Bosio, compresa area di sosta tra la rotonda del Cavallo e Via Bertacchi), Viale Giolitti (tutta la strada), Stradale Fenestrelle (tratto da Via Cottolengo a Piazza Santa Croce), Piazza Matteotti, Piazza Solferino, Via Di Vittorio (comprese le aree di sosta fiancheggianti Via Montegrappa), Via Diaz, Via Oberdan Dalle ore 09,30 alle ore 12,30 del 24 maggio 2019 Corso Bosio (tratto da Via Giolitti a Corso Torino), Piazza Garibaldi, Viale Cavalieri d'Italia (tratto da Via Cambiano a Piazza Garibaldi), Via Martiri del XXI, Viale della Porporata.

Altri comuni

Per il giorno 23 maggio il divieto di sosta e circolazione riguarderà, con orari variabili, tutti i comuni interessati dal passaggio. Nel saluzzese le misure entreranno in vigore a partire dalle 12,30. Da San Secondo alla Val Pellice sarà vietato sostare e transitare nelle vie interessate al passaggio dalle 13,30 alle 16,30. Più ampia la limitazione che riguarda Montoso, interessato da una chiusura totale al traffico già a partire dalle 8,00. Il giorno 24 maggio, i comuni interessati (Roletto, Frossasco e Cumiana), saranno oggetto di chiusura al traffico per il tempo canonico di due ore prima del passaggio della carovana.

Interesse geografico: