6 giugno domenica dedicata alla Fcei e al Servizio Istruzione e Educazione

Le collette raccolte dalle chiese andranno a sostenere il Servizio Istruzione e Educazione (Sie). Le parole della pastora Ulrike Jourdan, direttrice della rivista "La scuola domenicale"

Il 6 giugno sarà la domenica dedicata alla Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) per la raccolta delle collette a sostegno delle attività del Servizio Istruzione ed Educazione (Sie).

«Ci avviciniamo alla conclusione di quest’anno di scuola domenicale che è stato, ancora una volta, un anno difficile. Un anno che ci ha costretti e costrette a restare a distanza, a non poter stare insieme quanto avremmo voluto, a non poterci incontrare come avremmo desiderato e sperato. Eppure, nonostante tutto, un nuovo anno ci aspetta a partire dal prossimo settembre. Per questo il Servizio Istruzione ed Educazione vuole augurarvi e augurarci che il prossimo possa essere un anno di rinnovata serenità per tutte e tutti noi all’insegna delle meraviglie del creato che sono lì ad aspettarci», questo è il messaggio che il Sie ha inviato alle Scuole Domenicali, alle monitrici e ai monitori e alle chiese tutte, in occasione della conclusione dell’anno, e prima delle previste vacanze, in vista della consueta domenica delle Fcei, che quest’anno cade il 6 giugno.

La lettera è corredata da una riflessione rivolta alle più giovani e ai più giovani dalla pastora Ulrike Jourdan, direttrice della rivista La scuola domenicale, che scrive e recita in apertura: «In questo periodo mi chiedono spesso di parlare della speranza. Di solito sono una persona che si aspetta cose buone dal futuro, che guarda con fiducia e speranza a ciò che verrà. Eppure, in questo periodo, devo ammettere che non mi viene più così facile parlare di speranza perché mi sono imposta di non pensare più al futuro, di non pianificare più i prossimi mesi, semplicemente per non dover poi rimanere delusa, così come accade a tante altre persone che, nell’ultimo anno e mezzo, hanno avuto tante delusioni a causa della pandemia. In questa situazione, devo dire che mi ha aiutato molto l’atteggiamento dei bambini e delle ragazze attorno a me. Quando l’anno scorso riflettevo sui pro e i contro (soprattutto sui contro) del fare scuola domenicale online, le bambine e i ragazzi della mia chiesa erano già collegati e desiderosi di utilizzare questa metodologia che, in quel momento, era l’unica possibile. Non si sono fatti tanti pensieri, ma hanno preso in mano la situazione e utilizzato ciò che avevano a disposizione. E devo dire che mi ha stupito la loro costanza, il loro impegno e la loro voglia di divertirsi – anche se in modi nuovi […]».

Come ha dichiarato Gian Mario Gillio, coordinatore del Sie, «Il contributo delle chiese è sempre fondamentale – necessario – e per questo vi ringraziamo di cuore».

La lettera del Servizio Istruzione ed Educazione e la riflessione della pastora Jourdan sono disponibili anche in formato audio, si può ascoltare cliccando qui.

L’anno scorso, invece, era stato preparato per l’occasione un video di presentazione delle iniziative del Sie che è possibile riguardare cliccando qui.

La colletta raccolta dalle chiese può essere fatta pervenire dai cassieri sul conto bancario della Fcei. Queste le coordinate IBAN: IT26X0200805203000104203419.

 

Foto: Un momento della giornata dedicata ai bambini e alle famiglie, organizzata da diversi soggetti, tra cui il Servizio Istruzione ed Educazione della Fcei, all'interno della settimana di appuntamenti "Generazioni e rigenerazioni" (Torre Pellice, 28 agosto 2020 - Foto Pietro Romeo)
 

Interesse geografico: