Confessioni religiose, la Fcei incontra il sottosegretario all’Interno Scalfarotto

Il sottosegretario ha visitato la Facoltà valdese di Roma, incontrando Daniele Garrone, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, e Paolo Naso, coordinatore della commissione studi della Fcei

«Le chiese evangeliche continuano a contraddistinguersi per la loro capacità di avere un impatto forte nella nostra società. La qualità e la profondità delle loro riflessioni e l’impegno indiscutibile che esercitano nella società italiana le rendono un importante protagonista della nostra vita nazionale e un interlocutore prezioso e di grande autorevolezza per il Ministero dell’Interno». Così ha commentato il sottosegretario all’Interno Ivan Scalfarotto al termine della visita di ieri alla Facoltà valdese di Roma, come si legge in questa nota sul sito del dicastero.

All’incontro hanno partecipato Fabrizio Gallo, direttore Centrale per gli Affari dei Culti, il presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia Daniele Garrone e Paolo Naso, coordinatore della commissione studi della federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (Fcei).

Sull’emergenza Ucraina il sottosegretario ha sottolineato come la federazione delle Chiese evangeliche in Italia si sia attivata immediatamente per predisporre un piano d’intervento in aiuto alla popolazione ucraina. «Anche in questa occasione le chiese evangeliche non hanno fatto mancare la qualità e l’intensità del loro impegno nella tutela e nella garanzia dei diritti dei più deboli e vulnerabili, importante quanto mai nei momenti di emergenza», ha concluso Scalfarotto.

Il professor Garrone ha dichiarato: «Ringraziamo l’On. Scalfarotto per l’interesse dimostrato verso le chiese evangeliche e il nostro impegno sociale e umanitario. Ci auguriamo vi sia sempre maggiore riconoscimento del valore della libertà di religione e di coscienza, nel pieno rispetto delle persone e delle comunità, per una società sempre più aperta ed inclusiva».

Interesse geografico: