L’attesa

Un giorno una parola - Commento a Isaia 8, 17 e Romani 8, 25

Io aspetto il Signore che nasconde la sua faccia alla casa di Giacobbe.
(Isaia 8, 17)

Se speriamo ciò che non vediamo, l’attendiamo con pazienza.
(Romani 8, 25)

Non sappiamo più aspettare. I tempi di attesa li viviamo come tempi morti, da riempire con uno sguardo al telefonino e un orecchio alla musica. Viviamo nell’epoca dell’eterno intrattenimento che, nel distrarci e divertirci, ci impedisce di sentire il vuoto, l’assenza. Bandita la noia, con essa viene meno anche il desiderio, che nasce proprio dal saper elaborare quella mancanza. Perché, a differenza del bisogno, che domanda di essere immediatamente soddisfatto, il desiderio richiede la capacità di attendere, di pazientare.

Un bambino non nasce al momento del parto, e nemmeno col semplice concepimento. Esso viene tessuto dal desiderio dei genitori, dall’attesa fatta di immaginazione, giochi di nomi, aspettative e speranze. Un figlio nasce dal ventre di una donna e dal desiderio che nutre per mesi l’attesa; e persino dalle paure. Perché ciò che si attende, ancora non c’è: non ne possiamo scorgere il volto. L’unica via d’uscita dalla paura sarebbe rinunciare a quella nuova vita. Anche nel rapporto con Dio conosciamo la paura. Non certo quella antica delle fiamme dell’inferno; piuttosto, temiamo il suo silenzio, la sua assenza. Vorremmo sentirlo presente in ogni momento della nostra vita, pronto a colmare quel vuoto che ci angoscia, più spesso ci annoia. Ma, così facendo, cadiamo nella logica della società dello spettacolo, dove tutto è visibile e fruibile. Dio diventa un intrattenimento che possiamo trattenere a nostro piacere. Contro questo idolo, la Bibbia suggerisce la via lunga del desiderio, fatta di attesa, attenzione, pazienza.

I testi biblici del giorno sono tratti da Un giorno una parola – Letture bibliche quotidiane per il 2014, edizione italiana delle meditazioni bibliche giornaliere dei Fratelli Moravi (284° anno), a cura della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, Editrice Claudiana, Torino (288 pagine, 12 Euro)
Foto copertina: "Gustav Klimt 020" di Gustav Klimt - The Yorck Project: 10.000 Meisterwerke der Malerei. DVD-ROM, 2002. ISBN 3936122202. Distributed by DIRECTMEDIA Publishing GmbH.. Con licenza Public domain tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: