Nuova presidenza del Consiglio delle chiese cristiane in Umbria, una donna alla guida

È l’unica donna a presiedere un Consiglio in Italia. Succede al professor Ermanno Genre

A Perugia l’annuale Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio) si caratterizzerà anche per la nuova presidenza del Consiglio di Chiese Cristiane (Ccc), l’organismo ecumenico del quale fino ad oggi hanno aderito nel capoluogo umbro la chiesa cattolica, ortodossa romena e russa e le protestanti valdese ed avventista. Presidente del Ccc di Perugia è stata eletta all’unanimità, a fine 2014, la cattolica Annarita Caponera, docente di ecumenismo e dialogo interreligioso all’Istituto Teologico di Assisi (Ita).

Il pastore della Chiesa valdese perugina, Pawel Gajewsky, ha commentato l’elezione della professoressa Caponera evidenziando che attualmente «è l’unica donna chiamata a presiedere un Consiglio di Chiese Cristiane in Italia. Certamente è una notizia importante sotto questo profilo ed è un segno dei tempi che fra i non molti Consigli di Chiesa esistenti in Italia ci sia una donna a guidarli».

La neo presidente Annarita Caponera, che subentra nell’incarico al valdese Ermanno Genre, ha iniziato il suo mandato lo scorso primo gennaio e presenterà le linee programmatiche per l’anno in corso del Consiglio di Chiese presso il Centro ecumenico e universitario “San Martino” in Perugia (via del Verzaro, 23), lunedì 19 gennaio, alle ore 17.30, nell’ambito della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, che sarà aperta dalla tavola rotonda sul tema del passo dell’evangelista Giovanni “Dammi un po’ d’acqua da bere” (Gv 4,7).

All’incontro interverranno, per la Chiesa cattolica, mons. Elio Bromuri, direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso, per la Chiesa valdese, il pastore Pawel Gajewski, per la Chiesa avventista, Giovanni De Meo, e per la Chiesa ortodossa romena, il reverendo Jonut Radu.

Nei giorni successivi (20, 22, 23 e 24 gennaio) si terranno delle celebrazioni ecumeniche concordate dal Ccc con riflessioni su alcuni passi del Vangelo di Giovanni: “Non ho marito” (Gv 4,17), martedì 20, alle ore 18, presso la sede della Chiesa valdese in Perugia (via Macchiavelli, 10); “Tu non hai un secchio e il pozzo è profondo” (Gv 4,11), giovedì 22, alle ore 17, presso la Parrocchia cattolica perugina di San Raffaele Arcangelo (via Madonna Alta, 98); Gesù disse: “l’acqua che io gli darò, diventerà in lui una sorgente che dà la vita eterna” (Gv 4,14), venerdì 23, alle ore 18, presso la sede della Chiesa avventista in San Sisto di Perugia (via Cilea, 11); Gesù le dice: “Dammi un po’ d’acqua da bere” (Gv 4,7-15), sabato 24 gennaio, alle ore 18, presso la sede della Comunità ortodossa romena perugina nella chiesa di San Fiorenzo (via della Viola, 1).

Fonte: Umbriajournal

Interesse geografico: