Battesimo dei credenti o degli infanti?

Giamaica. A Kingstone si è svolta una consultazione a cui hanno partecipato i battisti e altre tradizioni cristiane

L’Alleanza battista mondiale (Bwa) ha partecipato insieme ad altre tradizioni cristiane ad una consultazione sul battesimo dei credenti, convocata agli inizi di gennaio a Kingston, Giamaica, sotto gli auspici della Conferenza dei segretari delle Comunioni cristiane mondiali.

Scopo della consultazione, che ha visto la presenza dei rappresentanti di diverse tradizioni ecclesiali che praticano il "battesimo dei credenti”, tra cui la Bwa, la Chiesa dei fratelli, i Discepoli di Cristo, la Conferenza mennonita mondiale, il Movimento pentecostale, è stato quello di condividere la comprensione e le prassi battesimali, e anche di vedere come il pensiero è cambiato alla luce della convergenza teologica emergente sul battesimo e del crescente dialogo ecumenico avvenuto negli ultimi 30 anni.

La consultazione ha affermato che il battesimo dei credenti è la prassi battesimale più chiaramente attestata nel Nuovo Testamento e che la fede personale del battezzando e la partecipazione assidua alla vita della Chiesa sono elementi essenziali per esprimere appieno il frutto del battesimo. I rappresentanti presenti hanno inoltre convenuto che la questione della contestualizzazione ha influenzato il modo in cui le chiese comprendono e praticano il battesimo.

Riguardo al battesimo degli infanti, presente all’interno della tradizione cristiana, è stato affermato che esso testimonia intuizioni cristiane valide. Una comunità credente sosterrà e nutrirà la fede personale del bambino mentre egli si incammina verso il discepolato.

In risposta alle pressioni esercitate dalla contestualizzazione, la Consultazione ha concluso che coloro che battezzano i bambini e coloro che battezzano solo i credenti possono trovarsi nella necessità di ripensare radicalmente le loro prassi battesimali. Tuttavia il battesimo indiscriminato, che rappresenta un abuso, deve essere eliminato.

Neville Callam, segretario generale della Bwa, ha fornito una panoramica della comprensione e della prassi battesimale da una prospettiva battista, attingendo ai rapporti pubblicati a seguito dei dialoghi bilaterali e trilaterali che coinvolgono i battisti in Europa, in Asia-Pacifico e nel Nord America. Egli ha anche esaminato la risposta dei Battisti alla sezione battesimo del documento «Battesimo, Eucaristia, Ministero» (Bem), pubblicato nel 1982 e che, secondo Callam, «continua ad esercitare un’enorme influenza nella vita della chiesa».

Riconoscendo che "la diversità ha caratterizzato le risposte date dai gruppi battisti" al documento BEM, Callam ha dichiarato infatti che alcune risposte sottolineano che l'unità dei cristiani non si basa fondamentalmente sul battesimo, altre hanno messo in discussione l'idea che il battesimo degli infanti si basi sulla testimonianza biblica, altre hanno espresso preoccupazione per una presunta equivalenza tra battesimo dei credenti e pedobattismo, e altri ancora hanno sollevato domande sul «ri-battesimo».

Queste e altre preoccupazioni, Callam ha detto, sono presenti in molte discussioni teologiche bilaterali e multilaterali a cui battisti hanno partecipato dal documento BEM in poi. Egli ha dichiarato che «persiste tra battisti la convinzione che il battesimo dei credenti rimane il modello più chiaramente attestato di battesimo nel Nuovo Testamento e che esso è una guida per quanti cercano di praticare il cristianesimo del Nuovo Testamento».

Un problema che alcuni battisti devono risolvere, Callam ha indicato, è il rapporto tra il battesimo e il diventare membri della chiesa (membership). In particolare, ha riferito di casi di “battesimo indiscriminato” e della “pratica di ammettere persone non battezzate come membri della chiesa”. Callam ha espresso l'opinione che vi sia una “forma estrema di membership aperta” praticata da alcune chiese battiste, che sembra non riconosce un valore strumentale al battesimo.

La forma frequentemente praticata di membership aperta – ha affermato – è comunque lo sviluppo più promettente di questi ultimi anni, che può essere di grande aiuto nel dialogo tra le tradizioni che praticano il battesimo dei credenti e quelle che praticano il pedobattesimo.

Fonte: BWA

Foto "Kingston, Jamaica" di Antwain - Garvin Gray. Con licenza CC BY-SA 3.0 tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: