Lavoro. Parte dalla Sicilia la Carovana per la dignità e la sostenibilità del lavoro

Un'iniziativa della Commissione Globalizzazione e ambiente della Fcei

Partirà sabato 14 febbraio dalla Casa delle culture-Mediterranean Hope di Scicli (Rg), la Carovana per la dignità e la sostenibilità del lavoro. Si tratta di un'iniziativa coordinata dalla Commissione Globalizzazione e ambiente (Glam) della Federazione delle chiese evangeliche in Italia (Fcei) per avviare una riflessione nelle chiese e nella società su temi quali la disoccupazione, la dignità del lavoro, l'impatto dello sviluppo economico sull'ambiente. «L'idea – spiega Antonella Visintin, coordinatrice della Glam - è quella di una carovana che attraverserà l'Italia nel 2015 dalla Sicilia alla Lombardia, toccando alcuni territori particolarmente colpiti dalla crisi del lavoro e dell'ambiente per incontrarvi sia le chiese sia i rappresentanti delle istituzioni e della società civile. Vogliamo non solo riflettere insieme ma anche esprimere solidarietà nelle situazioni in cui maggiore è il disagio. Il nostro - ha aggiunto Visintin - vuole essere il segno di una testimonianza cristiana in società disgregate in cui la responsabilità sociale viene caricata sulle spalle dei singoli».

La riflessione proposta dalla Glam parte certamente dalla difficile situazione economica in cui versa il nostro paese, ma attinge a quanto afferma sul lavoro la Costituzione della Repubblica e, soprattutto, la Bibbia. Come si legge nel volantino che accompagnerà l'iniziativa: «L'incarico divino all'essere umano di lavorare il mondo in cui lo ha posto, contenuto in Genesi 2:15, percepisce il lavoro come un'attività di senso e di soddisfazione. Allo stesso tempo il lavoro è limitato dalla sua unica direzione di cura e custodia per il pianeta. Per questa ragione le chiese fanno della soddisfazione lavorativa e dei limiti etici del suo impiego un loro annuncio evangelico». La Carovana, inoltre, si ricollega al lavoro ecumenico dell'Azione delle chiese per il lavoro e la vita (Call) promossa dalla Conferenza delle chiese europee (Kek), e alle affermazioni della X Assemblea del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec), tenutasi a Busan (Corea) nel 2013, che ha incoraggiato le chiese, nella corrente congiuntura definita dalla crisi economica, ecologica, socio politica e spirituale, ad unirsi in un comune Pellegrinaggio di giustizia e pace per tornare ad aver cura del creato, ad ascoltare le voci di chi è finito ai margini, a condividere esempi di speranza e perseveranza.

La carovana prevede ad ogni tappa la presenza di due persone del comitato promotore, di due rappresentanti della regione precedente e di due di quella successiva. Dopo la Sicilia la carovana sarà in Puglia, tra Mottola e Taranto, i prossimi 21 e 22 febbraio; mentre sarà in Campania a fine marzo e nel Lazio a fine aprile.

Fonte Nev

Foto  "Catania-Etna-Sicilia-Italy-Castielli CC0 HQ1" by Castielli - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons.

Interesse geografico: