C'è sempre bisogno di sangue

Sangue del tuo sangue

I leader religiosi presenti a Roma donano oggi il sangue tutti insieme per promuovere il dialogo

Un camper per donare il sangue in Campidoglio e nei luoghi di culto delle tante religioni presenti a Roma, perché il gesto della donazione sia simbolo del dialogo tra le fedi. E’ l’iniziativa «Sangue del tuo sangue», organizzata dall’assessorato a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione con delega al Dialogo Interreligioso di Roma Capitale in collaborazione con la Croce Rossa Italiana e Religions for Peace/ Italia.

Il camper farà tappa in piazza del Campidoglio oggi mercoledì 18 febbraio, in un grande appuntamento che vedrà la presenza dei rappresentanti delle diverse comunità religiose presenti a Roma: alcuni di loro doneranno il proprio sangue per i presìdi e le strutture trasfusionali convenzionate con la Croce Rossa. Successivamente il camper sarà in “tour” nei principali luoghi di culto delle varie fedi in tutto il territorio capitolino. Ad annunciare l’appuntamento l’assessore alla Scuola con delega al Dialogo Interreligioso Paolo Masini e il presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca.

«Non c’è segnale più forte del sangue che si mescola per affermare che non esistono differenze tra gli esseri umani», ha affermato l’assessore Paolo Masini. «Con questa iniziativa, realizzata in collaborazione con la Croce Rossa Italiana, ribadiamo ancora una volta che il senso di comunità va oltre le differenze e le paure, anche in un momento difficile per la convivenza interreligiosa e interculturale. Per questo abbiamo pensato ad un gesto fortemente simbolico: la donazione del proprio sangue. Dopo la presentazione del calendario delle religioni, è un’altra tappa del percorso di sensibilizzazione al dialogo che Roma Capitale sta mettendo in campo».

«Forse non tutti sanno che una sacca di sangue può salvare fino a tre vite», ha affermato il Presidente Francesco Rocca. «Concorrere al raggiungimento dell’autosufficienza nazionale è tra i compiti istituzionali della Croce Rossa».

Nella mattinata del 18 febbraio saranno presenti, fra gli altri, alcuni donatori rappresentanti sostanzialmente di tutte le confessioni presenti a Roma

Pastore Antonio Adamo, Chiesa Valdese di Roma; Padre Cristoforo Amanzi, Rettore Basilica Ara Coeli; Cenap Mustafa Aydin, Direttore Istituto Tevere pro-dialogo; Padre Ciprian, Diocesi Ortodossa Romena d’Italia; Jayendranatha Franco Di Maria, Presidente Unione Induista Italiana; Riccardo Di Segni, Rabbino Capo di Roma; Franca Coen Eckert, Presidente Comunità Ebraica Riformata Beth Hillel; Maria Angela Falà, vicepresidente Unione Buddista Italiana; Guido Morisco, Direzione Nazionale Fede Bahà’ì; Riccardo Pacifici, Presidente della Comunità Ebraica di Roma; Yahya Sergio Pallavicini, Vice-Preidente COREIS (Comunità Religiosa Islamica); Abdellah Redouane, Segretario Generale del Centro Islamico Culturale d’Italia; Pastore Davide Romano, Chiesa Avventista di Roma; Tobia Zevi, Presidente dell’Associazione di cultura ebraica Hans Jonas; Monsignor Matteo Zuppi, Vescovo Ausiliario di Roma. 
Saranno presenti anche Giovanna Martelli, deputata, consigliere in materia di pari opportunità del presidente del consiglio Matteo Renzi; Khalid Chaouki, deputato, coordinatore dell’Intergruppo parlamentare sull’immigrazione; Luigi De Salvia, Segretario Generale Religions for Peace/ Italia.

Le date delle donazioni di fronte ai luoghi di culto saranno disponibili a partire dal 18 febbraio sull’home page di Roma Capitale www.comune.roma.it.

Foto: Sacche di sangue donato, di Mijas, con licenza CC BY-SA 2.0,  via Wikimedia Commons