Il luogo in cui fu battezzato Gesù diventa Patrimonio dell’umanità

Boom di turisti sul sito battesimale “Betania oltre il Giordano”

Il sito sul Giordano dove Gesù sarebbe stato battezzato da Giovanni il Battista è stato riconosciuto sito patrimonio dell’umanità dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura (Unesco).

«Betania oltre il Giordano» (Al-Maghtas), nome che in arabo significa battesimo o immersione, sulla riva orientale del fiume Giordano a nove chilometri a nord del Mar Morto, è diventato un moderno luogo di pellegrinaggio grazie agli scavi sponsorizzati dall’Unesco.

Il sito si compone di due aree, la Collina di Elia e l’area delle chiese di San Giovanni Battista, vicino al fiume. I resti romani e bizantini includono le chiese, un monastero, grotte e piscine battesimali.

Secondo i Vangeli di Marco, Matteo e Luca il battesimo è il momento in cui Gesù viene indicato dalla voce che viene dal cielo come: «il mio diletto Figlio, nel quale mi sono compiaciuto».

Il direttore di EcoPeace Friends of the Earth Middle East, Gidon Bromberg, ha riferito al sito Ynet che il riconoscimento del sito come patrimonio dell’umanità è dovuto all’interessamento della Giordania nel portare avanti la questione. Si tratta di un enorme potenziale per il turismo locale: milioni di cristiani potrebbero essere interessati ad essere battezzati nello stesso fiume in cui fu battezzato Gesù. Attualmente circa 100.000 pellegrini visitano il sito ma il riconoscimento Unesco potrebbe aumentare il dato notevolmente.

Alcuni studiosi ritengono, tuttavia, che si trovi in Israele il luogo – meta anche questo già di numerosi turisti - in cui Gesù fu battezzato.

Il luogo sul Giordano è uno dei tre nuovi siti culturali immessi nella World Heritage List. Gli altri due sono l’itinerario arabo-normanno con le Cattedrali di Palermo, Cefalù e Monreale in Sicilia e l’arte rupestre nella regione Hail dell’Arabia Saudita.

(Fonte: ChristianToday)

Foto: "Bethany (5)" by I, Producer. Licensed under CC BY 2.5 via Wikimedia Commons.

Interesse geografico: