Passeggiate storiche in valle

Dalla scuola latina al museo delle diaconesse, per riscoprire il Rimpatrio

Anche quest'anno, con l'arrivo della bella stagione, giungono puntuali le Passeggiate Storiche, organizzate dal Coordinamento Musei e Luoghi Storici Valdesi, e pensate per esplorare di persona i posti che sono stati scenario dei più significativi momenti della vita del popolo delle valli.

«La storia valdese è articolata e complessa, ed i luoghi nei quali si è svolta sono molti – racconta Nicoletta Favout del Centro Culturale Valdese – proprio per questo le Passeggiate si svolgeranno nelle valli Pellice, Chisone, Germanasca e Susa, anch'essa teatro di alcuni momenti dell'esilio valdese. Questi momenti permettono di vedere dal vivo ciò che i musei possono soltanto raccontare, quindi sono un'esperienza formativa importante.»

Le uscite saranno in tutto sette, a partire da sabato 11 luglio, per finire il 3 ottobre, tralasciando alcuni giorni già impegnati da altri eventi, come il 15 agosto o il periodo del Sinodo; a tal proposito, il calendario completo e dettagliato è consultabile dal sito della Fondazione Centro Culturale Valdese.

«Proprio il primo appuntamento, organizzato dalla Scuola Latina di Pomaretto – continua Favout – propone una passeggiata che toccherà Bovile e il Col Clapier, quindi anche la zona dove sorge il neonato Museo delle Diaconesse. Sarà l'occasione per riscoprire alcune vicende legate al periodo del Rimpatrio.»

Per partecipare alle Passeggiate Storiche non occorre prenotare, ma è necessaria l'adeguata attrezzatura che prevede una camminata all'aperto: scarpe adatte, indumenti comodi e che possano affrontare diverse situazioni meteorologiche e ovviamente la condizione fisica adeguata per un trekking leggero. In ogni caso, per qualsiasi informazione è possibile fare riferimento all'ufficio Il Barba presso il Centro Culturale Valdese.

Ulteriori dettagli si possono avere ascoltando l'intervista a Nicoletta Favout, direttamente disponibile a questo link sul sito di Radio Beckwith.