Dialogo Islamico–Cristiano a Ravenna

Una giornata di condivisione e riflessione sui temi della convivenza del dialogo della solidarietà organizzata dalla locale chiesa valdese e dall’associazione Life Onlus

La Chiesa valdese di Rimini e Romagna–Marche organizza anche quest’anno a Ravenna la Giornata del dialogo Islamico–Cristiano, in collaborazione con l’Associazione Life Onlus.

Nel mattino di domenica 18 ottobre nella tenda berbera del giardino della sede di Life Onlus di Ravenna verrà celebrato un culto cristiano evangelico a cura della locale chiesa valdese, a cui seguirà un momento di lettura del Corano e il Salat del Dhuhr, la seconda preghiera della giornata, a cura del Centro islamico Attaqua. Un pranzo comunitario in giardino, per gli ospiti delle strutture di accoglienza cittadine, precederà il seminario del pomeriggio. I momenti saranno scanditi in italiano, inglese e arabo.

Il titolo dato alla giornata è “Incontri. Lavorare nell’emergenza: accoglienza, orientamento, formazione e diritti”. Centro delle riflessioni della giornata sarà la questione dei migranti, in particolare delle persone che vivono la condizione di profughi e richiedenti asilo. L’incontro seminariale del pomeriggio proporrà invece l’intervento di più soggetti, operanti nel settore dell’accoglienza, della formazione e dell’educazione, che testimonieranno il loro essere formatori in contesti di emergenza umanitaria. Gli interventi saranno a cura della Casa delle Culture di Scicli e del Progetto Mediterranean Hope della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, di Persone in Movimento e Avvocati di Strada di Ravenna e dell’Associazione Educaid Onlus di Rimini, un’organizzazione che si occupa di cooperazione e aiuto internazionale in campo educativo e che cerca di restituire una percezione di normalità alle persone che vivono il trauma dell’emergenza continua della guerra.

«Organizziamo questa giornata con l’associazione Life, con cui ci siamo riscoperti molto affini per intenzioni e ideali», racconta la pastora Giuseppina Bagnato, della chiesa valdese di Rimini. «Con loro vogliamo dare ai migranti un’attenzione che sappia andare al di là del fenomeno mediatico: un incontro in cui cristiani e islamici possano condividere un percorso di accompagnamento e di preghiera e scambiarsi le proprie esperienze nel campo del sociale. Si può essere operatori e operatrici nel sociale da credenti e non soltanto da fruitori: questo è il primo corto circuito che volevamo interrompere, cioè l’idea che il musulmano fosse semplicemente fruitore di servizi. Molti di loro sono impegnati in prima linea sulle coste siciliane o a Lampedusa, sono dei volontari professionisti, con una grande preparazione umana. Intendiamo quindi mettere in sinergia queste professionalità anche dal punto di vista della formazione».

Le attenzioni verso i bisogni degli altri nascono sempre dal gradino più basso, dalla base del rapporto. Un modo concreto di mettere al servizio la preghiera reciproca è proprio quello di proporre un incontro di fede che ponga una base riappacificata.
«Le associazioni che seguono i profughi – spiega la pastora Bagnato – devono fare i conti con un trauma che non è semplice da superare: aver dovuto abbandonare i corpi dei propri cari durante i percorsi di fuga, gettandoli in mare o abbandonandoli nel deserto. Minori e adulti hanno difficoltà a riconciliarsi con questo bagaglio pesante. Abbiamo quindi deciso di accompagnare gli ospiti cristiani in questo percorso di elaborazione del lutto insieme alla comunità locale musulmana, organizzando un momento di preghiera per riconciliare le vite e le memorie e per assicurare spiritualmente a questi cari che hanno dovuto abbandonare una sepoltura dignitosa».

Per maggiori informazioni sulla Giornata si può consultare il sito della chiesa evangelica valdese di Rimini e Romagna – Marche.

Copertina: "Maome" di Ignoto - BNF, MS Arabe 1489, fol. 5v. (literature: Thomas Walker Arnold and Adolf Grohmann. The Islamic Book: A Contribution to Its Art and History from the VII–XVIII Century. Paris: Pegasus Press; New York: Harcourt, Brace and Company, 1929. )immediate source:Bibliothèque nationale de France / Expositions virtuelles /Galerie du livre et de la littérature / L'art du livre arabe /Pistes pédagogiques / Les religions du livre / FiliationsLe Prophète Mahomet. Con licenza Pubblico dominio tramite Wikimedia Commons.

Interesse geografico: