Per i diritti delle minoranze religiose

In corso a Marrakech fino al 27 gennaio il Forum per la promozione della pace nelle società musulmane

I diritti delle minoranze nei paesi musulmani è l’oggetto di una conferenza organizzata a Marrakech, in Marocco, dal Ministero degli affari islamici e dal Forum per la promozione della pace nelle società musulmane. I lavori si sono aperti questa mattina e si concluderanno il 27 gennaio con una “dichiarazione” firmata dai partecipanti, che cercheranno di fare il punto sulla situazione dei rapporti interreligiosi e su come intervenire in caso di discriminazioni.

«Molti paesi musulmani hanno conosciuto negli anni passati abominevoli atrocità commesse contro le minoranze, che sono a volte oggetto di atti che mettono in pericolo la libertà religiosa e che vanno contro gli insegnamenti e i precetti fondamentali della religione islamica, oltre che delle convenzioni internazionali, e sono un segno di rottura con lo spirito di pace, di moderazione e del vivere insieme che hanno sempre caratterizzato le relazioni tra le diverse componenti delle società a maggioranza musulmana»: si apre così il documento di orientamento per le personalità presenti al forum. «Purtroppo – specifica ancora il documento introduttivo – gli atti di discriminazione intervengono in contesti in cui si registra un fallimento delle politiche locali, una perdita di controllo dello Stato o ci sono derive estremiste».

Autorità religiose e rappresentanti istituzionali e delle organizzazioni internazionali cercheranno di elaborare delle linee guida per intervenire nei casi di mancanza di rispetto della libertà religiosa e dei diritti fondamentali dell’uomo e della donna, per sancire lo spirito di moderazione che dovrebbe caratterizzare ogni società, comprese quelle a maggioranza musulmana.

Foto: "MoroccoMarrakech Koutoubia mosqueFromGarden1" by Daniel Csörföly - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Commons.