A cena per Emergency

Anche la sezione di Pinerolo di Emergency aderisce all'iniziativa di raccolta fondi tramite cene ed aperitivi dislocati sul territorio

Sempre molto attivo sul territorio, il Gruppo Emergency di Pinerolo realizza per il 25 marzo la seconda serata conviviale nell'ambito del più ampio progetto nazionale 100 cene per Emergency, pensato per raccogliere fondi in un modo un po' diverso dal solito.

«Quella della settimana scorsa allo Stranamore – racconta Gianni Salza, del presidio pinerolese – è stata una bella serata, hanno partecipato in tanti ed è stata un successo. Speriamo che anche a Porte, al Plan B di via Nazionale 90, ci sia la stessa partecipazione, anche perché l'obiettivo è divertirsi e stare insieme, non fare comizi o grandi discorsi; un momento conviviale tra amici».

Tutti i gruppi del territorio nazionale aderiscono all'iniziativa con varie modalità, tanto che le serate superano sempre il numero nominale dello slogan. Anche per questo terzo anno, la modalità è sempre la stessa: per ogni partecipante, una piccola quota del costo della cena viene destinata ai progetti che Emergency segue in Italia ed all'estero.

«Normalmente, come gruppo di Pinerolo – continua Salza – di solito ci occupiamo di sostenere il centro pediatrico di Goderich - Freetown in Sierra Leone, ma in questo caso l'obiettivo si aggancia all'iniziativa nazionale di Programma Italia, che dal 2006 offre aiuto sanitario a chi ne ha bisogno e che per le più svariate ragioni vede disatteso il proprio diritto alle cure, che siano migranti o meno».

L'appuntamento è quindi per venerdì 25 marzo dalle 19:00 al Plan B di Porte. Il costo dell'apericena è di 5 euro, ed uno di questi verrà devoluto ad Emergency. Più avanti, in occasione dei festeggiamenti per il primo maggio, si ritornerà allo Stranamore per il concerto degli Unaesthetik, sempre per sostenere le attività del Gruppo.