Dirette video dei culti di Pomaretto e San Germano Chisone

I culti delle prossime due domeniche saranno proposti in diretta video: parte così il progetto che Radio Beckwith offre alle chiese valdesi, con la collaborazione della Commissione esecutiva distrettuale

 

Dal sito di Radio Beckwith Evangelica e dalla sua pagina Facebook si potranno seguire in diretta video i culti di domenica 22 ottobre, dal tempio di Pomaretto, e di domenica 29 ottobre, dal tempio di San Germano Chisone.

A Pomaretto la liturgia prevede una riflessione sul tema della violenza contro le donne, con l'istituzione del Posto Occupato e alcune letture fatte da voci femminili.
A San Germano Chisone domenica 29 ottobre la comunità si ritroverà insieme a quelle di Pramollo e Villar Perosa per il culto della Riforma, con momenti di canto e ricordo dell'inizio della Riforma Protestante di Martin Lutero nel 1517.

L'idea di proporre alle chiese l'opportunità delle dirette video dei culti nasce anche dal percorso che Radio Beckwith Evangelica ha fatto negli ultimi anni, utilizzando nuovi modi di trasmissione e comunicazione. «Abbiamo già sperimentato le dirette video in alcune occasioni passate – dice Matteo Scali, coordinatore della redazione di Rbe – come il culto di apertura del Sinodo, il culto di Pentecoste. Esperimenti che hanno riscontrato un notevole e inaspettato successo. Da qui l'idea di provare a dare continuità a questa proposta, sfruttando le possibilità che le tecnologie offrono. Dalla prossima primavera vorremmo trasmettere ogni domenica da un tempio differente, per ora partiamo con calma e con gradualità, verificando anche la fattibilità tecnica».

Si tratta di una sfida legata anche al modo con cui si può riuscire a stare al passo con i tempi legando contenuti e competenze: uno scambio tra chiese e radio che non potrà che aprire nuove finestre di dialogo e relazioni.
La proposta ha già suscitato l'interesse di alcune chiese e comunità, che si sono dichiarare disponibili a ospitare le telecamere della radio per le dirette video. Per ora sono stati fissati i primi due appuntamenti a ottobre, domenica 22 e 29. Altre chiese si sono già “prenotate” per la prossima primavera, altre ancora hanno chiesto informazioni sul progetto, ma non hanno stabilito una data.

L’obiettivo della radio non è però soltanto quello di andare in una chiesa, riprendere il culto, trasmetterlo e andarsene. «Vorremmo fare un percorso assieme alle comunità – aggiunge Scali – perché non vogliamo snaturare il culto e il modo con cui viene condotto e organizzato, ma assieme alle persone capire cosa si possa fare per rendere questo momento centrale ancora più sentito e diventare un motore di discussione».
Un percorso che prevede degli incontri, dei sopralluoghi tecnici, uno scambio di informazioni e di spiegazioni, utili per riuscire a rendere al meglio il culto, senza forzature.

La Conferenza distrettuale dello scorso giugno ha riflettuto molto sul modo di vivere la chiesa, la comunità e sulla possibilità (o necessità?) di aprirsi a nuovi canali di comunicazione.
«Abbiamo rimesso in piedi una commissione chiamata Predicazione e nuovi media – spiega Mauro Pons, presidente Ced – che cerca di raccogliere esperienze e proposte da parte di chi lavora nella comunicazione, gestisce siti web e pagine Facebook delle singole comunità o semplicemente si interessa all'argomento. La proposta di Radio Beckwith Evangelica, presentata durante la Conferenza Distrettuale, ci è sembrata appropriata nel modo e nel momento: riteniamo sia utile far vedere cosa succede nelle varie chiese nel momento del culto. Per quanto riguarda la Commissione, ci siamo già ritrovati e stiamo programmando un seminario per approfondire proprio gli aspetti dei modi diversi di gestire la comunicazione».

Interesse geografico: