Scopriminiera compie vent'anni

Sono tante le iniziative previste per questo importante traguardo

Un museo e un'esperienza tutta da vivere, la conservazione della storia e della tradizione di un territorio e il piacere dell'avventura. Questo e molto altro offre Scopriminiera, l'ecomuseo delle miniere di talco della Val Germanasca, una vera e propria istituzione delle nostre Valli che nel 2018 festeggia i suoi primi vent'anni.

Il progetto di valorizzazione del patrimonio minerario delle Valli Chisone e Germanasca, oggi divenuto Ecomuseo Regionale delle Miniere e della Val Germanasca, venne avviato nel 1993 per soddisfare l'esigenza e la volontà di conservare e valorizzare l'importante patrimonio minerario del territorio che in quegli anni viveva una fase di inesorabile degrado e abbandono, un progetto divenuto realtà cinque anni dopo.
Oltre a raccontare in modo piacevole e discorsivo la storia di questa importante realtà produttiva locale con tanti contenuti multimediali, Scopriminiera permette di vivere, a bordo di un trenino usato dai minatori nel secolo scorso, il viaggio sotterraneo in uno dei cunicoli che conducevano ai giacimenti per anni hanno fornito un eccellente talco riconosciuto a livello mondiale per la sua qualità. L'immersione nel silenzio e nell'oscurità del sottosuolo permette ai visitatori e alla visitatrici di vivere in un'altra dimensione, ripercorrendo la storia di coloro che hanno contribuito con il proprio lavoro a valorizzare una risorsa economica fondamentale per le Valli.

La coordinatrice scientifica dell'Ecomuseo, nonché responsabile dei percorsi didattici di Scopriminiera, Barbara Pons, ha raccontato a Radio Beckwith Evangelica quali saranno le iniziative previste fino al prossimo dicembre, in particolare quelle rivolte alla realtà locale: «Per rendere ancora più speciale la ricorrenza dei primi vent'anni di Scopriminiera, abbiamo pensato a un calendario di manifestazioni dedicato anche alla popolazione locale. Visite gratuite per le scuole della val Germanasca, eventi creati appositamente per i minatori che attualmente lavorano nelle miniere, spettacoli teatrali realizzate da filodrammatiche locali».
Interessante è il progetto legato alla memoria, un lavoro che mira al recupero delle interviste dei minatori del passato e di quelli attualmente impiegati in miniera.leu

L'ecomuseo delle miniere e della Valle Germanasca ha sede in Località Paola, sulla strada provinciale che porta a Prali, ed è aperto al pubblico dal mercoledì al lunedì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.00.
 

Interesse geografico: