Sul pulpito a 18 anni

Un progetto della Chiesa luterana di Hannover sta avvicindando molti giovani alla predicazione

Appena diplomata, ha già il titolo per predicare davanti ai membri di chiesa: Eva Steinbach si è formata come predicatrice laica. Con programmi come questi la Chiesa evangelica luterana di Hannover mira a rafforzare la partecipazione alla vita della chiesa delle nuove generazioni.

Chiesa, Dio e fede hanno un ruolo importante nella vita della diciottenne: «Ho notato che Dio mi ha dato il dono di poter parlare liberamente a un gruppo di persone - cosa potrebbe esserci di più ovvio quindi che parlare della mia fede nella chiesa?» Parallelamente ai suoi esami finali a scuola, la giovane donna di Jherings-Boekzetelerfehn, nella Frisia orientale, nel nord della Germania, è stata preparata come predicatrice laica e ora è autorizzata a predicare nella sua parrocchia ed è la più giovane a ricoprire tale ruolo nella Chiesa evangelica luterana di Hannover.

Steinbach ha partecipato a un progetto pilota della sua chiesa. Per la prima volta, questa chiesa membro della Federazione Luterana Mondiale (Lwf) ha addestrato i giovani di età inferiore ai 25 anni a diventare predicatori laici. «Un grande successo», afferma Michael Held, responsabile del corso di formazione. «Di solito, vediamo per lo più donne sui 50 anni e uomini ancora un po' più anziani, nei nostri corsi dedicati alla predicazione. I giovani sono venuti solo raramente finora. Dopo la risposta positiva con 14 partecipanti per questo corso iniziale, sono ora previsti ulteriori fasi».

Nel loro addestramento, i futuri predicatori laici imparano a conoscere gli elementi di un servizio in chiesa. «Questi includono liturgia, preghiere e benedizione», spiega Held. Inoltre, i partecipanti imparano a familiarizzare con un sermone e a riscriverlo per adattarlo al proprio contesto. Dopo l'addestramento, i predicatori laici possono guidare i servizi di chiesa in modo indipendente.

Eva Steinbach aveva pensato di studiare teologia prima di fare il corso, ma poi ha messo da parte questa idea. «Penso che tu debba essere chiamato da Dio per essere un pastore, e non ho ancora ricevuto quella chiamata» dice. Ora svolgerà un corso di studi in amministrazione.

Il dirigente del corso Michael Held è convinto che i predicatori laici abbiano un approccio diverso alla predicazione rispetto ai teologi a tempo pieno: «Sono radicati nella loro professione o vita familiare, portano queste esperienze nel culto e quindi lo arricchiscono». Secondo Held, 1.330 predicatori laici sono attivi nella chiesa evangelica luterana di Hannover. Eva Steinbach gode di rispetto e riconoscimento nella sua cerchia di amici per la sua ferma fede. Occasionalmente viene interrogata anche su questioni politiche. Di recente, ad esempio, un amico che «non ha niente a che fare con la chiesa» le ha chiesto cosa pensasse del decreto bavarese di esibire croci negli edifici pubblici. La sua risposta è chiara: tutti devono avere il diritto di vivere la propria religione. Tuttavia, la religione non dovrebbe essere imposta. «E lo Spirito di Dio in un edificio non dipende dal fatto che ci sia una croce sul muro».

Interesse geografico: