Riconoscere i segni dell'attività di Dio nel mondo

Un giorno una parola – commento a Atti degli apostoli 1, 8

Sulle tue mura, Gerusalemme, io ho posto delle sentinelle; non taceranno mai, né giorno né notte
Isaia 62, 6

Riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme, e in tutta la Giudea e Samaria, e fino all’estremità della terra
Atti degli apostoli 1, 8

Io credo che le parole di Gesù ci obblighino a guardare la realtà intorno a noi da un’altra prospettiva. Esse implicano che non viviamo esclusivamente in un tempo cronologico, determinato dalle circostanze storiche e caratterizzato dai raggiungimenti dello spirito umano, ma viviamo anche in un tempo escatologico, determinato dal piano di Dio e caratterizzato dall’opera dello Spirito Santo.

Gesù risorto risponde qui ad una domanda dei discepoli che vogliono sapere se è finalmente giunto il tempo della restituzione a Israele del Regno, come aveva predicato con parole e atti potenti; ma nella risposta, Gesù fa sparire il Regno e la sua attribuzione a Israele, per far comparire lo Spirito Santo e la testimonianza resa a lui stesso fino ai confini della terra. Viene il tempo in cui il Regno è dato nella presenza dello Spirito Santo e che travalicherà i confini di Israele per ripercuotersi nel mondo come un sasso nello stagno, con dei centri concentrici che da Gerusalemme arriveranno ai lembi della terra. I discepoli, dal canto loro, non dovranno predicare o instaurare il Regno, come fece il loro Maestro, ma – con la potenza della presenza dello Spirito Santo – saranno testimoni di Gesù Cristo stesso.

A volte la vita ci delude, la realtà ci spaventa, la storia ci costringe ad assistere ad abissi di disumanità, e ci fanno temere esiti fatali; potremmo facilmente concludere che il mondo è inesorabilmente nelle mani del Nemico. Ma le parole di Gesù ci permettono di guardare alla stessa realtà con occhi diversi. A noi è dato il grande potere di vedere e riconoscere i segni dell’attività di Dio nel mondo, di puntare il dito a un evento e dire: «questa è opera di Dio», rassicurandoci che il mondo è irrimediabilmente nelle buone mani di Dio. Lo Spirito Santo ci dà la possibilità di raccontare la storia di Gesù, che ci ha fatto conoscere Dio, il suo carattere, la sua volontà, il suo progetto e il suo amore per noi, e perciò di parlarne come persone che hanno visto, udito, compreso Dio e che, per questo, ne sono testimoni oculari.

Interesse geografico: