Ritrovarsi per ricordare

Il «Giorno della Memoria» attraverso gli appuntamenti

Ieri, oggi, domani e dopodomani nei cinema viene riproposto, a 25 anni dall’uscita, Schindler's List di Steven Spielberg, uno dei capolavori del cinema, uno di quei film che ognuno dovrebbe vedere per capire. Girato in bianco e nero la pellicola si confrontò con un antisemitismo ancora assai diffuso soprattutto in Polonia e consacrò defintiviamente Spielberg e Liam Neeson (nel ruolo di Schindler) e il già affermato Ben Kingsley.

Ma che che legame può avere un film così con le valli? Un legame diretto perché le persone che si vedono freddate in uno dei tanti campi di sterminio e concentramento possono essere quelle che fino a pochi giorni prima passeggiavano per Torre Pellice. Ebrei, per la maggior parte ma anche tutti coloro che la pensavano diversamente da chi in quel momento esercitava una dittatura brutale.

E come non ricordare Rorà a cui è toccata l' onorificenza più alta, la medaglia di bronzo al merito civile per aver dato rifugio a 21 ebrei (cinque famiglie) con i rischi, altissimi, che si correvano in questi casi (paesi bruciati, gente deportata o uccisa).

Ha quindi senso ricordare e qui di seguito trovate una serie di appuntamenti che si svolgono in questi giorni.

BRICHERASIO: sabato 26 gennaio, alle 21, presentazione da parte di «Costruire cantando» dello sceneggiato «Il dottore dai capelli rossi, Paolo Diena e la Resistenza» di Loredana Prot (musica dal vivo, narrazioni, azioni sceniche).

LUSERNA SAN GIOVANNI: il Circolo Laav, Letture ad alta voce, presenta, domenica 27 gennaio alle 17 nel tempio valdese, letture dedicate alle donne di Ravensbrück.

SAN GERMANO: lunedì 28 gennaio alla Scuola elementare «Piero Jahier» verranno presentati alcuni filmati pensati per le classi III, IV e V con la testimonianza del fratello di Sergio De Simone, Mario.

POMARETTO: anche quest’anno sono stati organizzati momenti di incontro e di riflessione per ricordare la Shoah, le leggi razziali, i perseguitati, la deportazione, la prigionia, la morte di milioni di uomini, donne e bambini.

Venerdì 25 gennaio alle 21 al tempio valdese gli alunni delle scuole primarie di Perosa e Pomaretto dell’istituto «C. Gouthier» e la banda musicale di Pomaretto presentano Parole e musica per non dimenticare.

Domenica 27 alle 20,30, gli «Amici della Scuola Latina» propongono proiezione del film Il pianista di Roman Polanski, tratto dal romanzo autobiografico omonimo di Władysław Szpilman.

PINEROLO: Sabato 26 gennaio corteo dal monumento alle vittime della violenza e dell’intolleranza in viale Cavalieri di Vittorio Veneto al monumento ex Internati in piazza Marconi. Accompagna la banda musicale Ana di Pinerolo.

Inoltre la LaAv terrà letture a Luserna San Giovanni il 25 gennaio, alle 10, all’Engim di Pinerolo (riservate agli/alle studenti); il 26 gennaio, alle 15 alla Biblioteca civica «Ginotta» di Barge e martedì 29 gennaio, alle 16,30, alla Galleria «F. Scroppo» di Torre Pellice. Il tema affrontato è «Ravensbrück, campo di concentramento al femminile. Dal maggio 1939 all’aprile 1945 circa 130.000 donne ne varcarono i cancelli e vennero picchiate, torturate, costrette a lavorare fino alla morte, uccise con il gas. Donne “non conformi”, comuniste, prostitute, testimoni di Geova, zingare, lesbiche, disabili, ebree. A queste donne, e in particolare a Olga Benario, Margarete Buber-Neumann, Else Krug, Stefania Lotocka, Lidia Beccaria Rolfi... Il circolo LaAV Torre Pellice darà voce in occasione della Giornata della Memoria 2019».

Interesse geografico: