Cross di Luserna San Giovanni: un successo

Non sono mancate le sorprese nelle gare di domenica 19 gennaio

Sono arrivati alla spicciolata i quasi 500 atleti che si sono dati battaglia, sportivamente parlando, sulla terra gelata lusernese. Il Cross di Luserna San Giovanni è stato un successo di pubblico e di atleti, accompagnato da un meteo clemente. 

Nei giorni precedenti alle gare di domenica 19 gennaio è stato grande lo sforzo della macchina organizzativa per preparare al meglio percorso e servizi: una gara nazionale, come è quella di Luserna San Giovanni da quest’anno, infatti prevede degli standard qualitativi elevati. E il parterre di atleti è la dimostrazione che gli sforzi di Renato Aglì, l’ideatore della manifestazione, sono stati ripagati ampiamente. Ai nastri di partenza infatti si sono presentati gli atleti di punta della specialità (molto tecnica e per la quale viene richiesta una preparazione specifica) fra cui Alice Gaggi, Anna Arnaudo, Maria Chiara Cascavilla, Federica Zanne, Micol Majori e Nicole Reina in campo femminile mentre in quello maschile erano presenti fra gli altri Martin Dematteis, Francesco Breusa, Francesco Carrera, Gianluca Ferrato e Giuseppe Gerratana.

All’ultimo si è anche aggiunto Manirafasha Primien, primo ruandese della storia a correre il “Cross di Luserna” e a guastare la festa agli atleti italiani che si sono trovati di fronte un fuoriclasse della specialità.

In questa edizione nella categoria allieve, sulla lunghezza di 4km, a vincere è stata Greta Michieli del Cus Torino seguita da Noemi Bogiatto (Atletica Saluzzo) e Alice Piana (Sport Project). In campo maschile Elia Mattio della Podistica Valle Varaita ha avuto la meglio su Kiril Polikarpenko (Cus Torino) e Simone Giolitti (Podistica Valle Varaita). 

Ma i primi a partire, con ancora il percorso ricoperto di brina sono stati gli over 60 in categoria unica maschile e femminile: ha vinto Aldo Turinetto della Podistica Torino seguito da Marco Allemanno e Antonello Torre, entrambi della Podistica Valle Varaita. 

Tornando alle categorie giovanili che hanno corso a metà mattina nella junior femminile sulla distanza di 5 km ha concluso al primo posto Arianna Reniero dell’Atletica Piemonte; sul secondo gradino del podio Elena Ghidini (Atletica Brescia) e infine al terzo Silvia Gradizzi (Pro Patria Milano). Nella junior maschile invece successo per Mattia Galliano (Atletica Roata Chiusiani) seguito da Lorenzo Caretti (Atletica Verbania) e Daniel Borgesa (Atletica Giò 22 Rivera).

Nelle categorie assolute una conferma e una sorpresa. La conferma è stata nel campo femminile dove la vittoria è stata della favorita Nicole Reina (Pro Patria Milano) che ha trionfato con ben 50 secondi sulla seconda, Federica Zanne (Esercito). A completare il podio Alice Gaggi (Recastella Radici Group). In campo maschile invece la grande sorpresa: Giuseppe Gerratana e Manifarasha Primien, favoriti, sono finiti rispettivamente quarto e ottavo, nonostante per metà gara Gerratana sia stato in testa. A vincere, con grande merito, Francesco Breusa (Cus Torino) seguito da Gianluca Ferrato in grande spolvero (Atletica Pinerolo) e Marco Giudici, vera sorpresa (Sport Project).

Interesse geografico: