Raccolta fondi della Comunità di chiese protestanti in Europa per la Pasqua 2020

di Celi

Da Lesbo ad Aleppo, la solidarietà delle chiese riformate non si arresta

«Non possiamo celebrare la Pasqua senza pensare anche ai rifugiati». Con queste parole il presidente della Cpce, Comunità di chiese protestanti in Europa, Gottfried Locher, presenta una campagna di raccolta fondi dedicata all’assistenza medica delle migliaia di rifugiati bloccati a Lesbo e Aleppo. «A causa della minaccia del Coronavirus è urgente alleviare immediatamente la già precaria situazione dell’assistenza sanitaria ai rifugiati e alle persone in fuga dalla guerra e dai conflitti armati».

Progetto Lesbo

Con l’aiuto della Chiesa Evangelica Riformata Svizzera, la Fondazione Guido Fluri porterà i soccorsi sull’isola di Lesbo. A partire da marzo 2020 la situazione, già prima molto critica, è precipitata; migliaia di rifugiati si trovano rinchiusi in strutture pensate per neanche un decimo delle persone oggi effettivamente presenti sull’isola e che ora sono minacciate anche dalla pandemia del coronavirus. La fondazione Fluri ha dotato l’ospedale di Vostanio a Mytilini di attrezzature mediche, come per esempio un box di sterilizzazione. A causa della drammatica evoluzione della situazione, i medici chiedono con urgenza dispositivi di protezione. Le donazioni vengono trasferite direttamente alle aziende fornitrici – previa consultazione con l’ospedale e con il via libera del  coordinatore locale – in modo che la consegna possa avvenire il più rapidamente possibile. Il fabbisogno a breve termine è di 60.000 Euro.

Progetto Aleppo

Il Gustav-Adolf-Werk (Lipsia) riferisce la richiesta del Policlinico Bethel di Aleppo (gestito dall’Unione delle Chiese Evangeliche Armene in Siria) di materiale per la disinfezione, maschere protettive e altri articoli medici di cui c’è urgente bisogno. Servono 22.000 Euro (24.000 USD) per fornire gli articoli più urgenti.

Per rendere il trasferimento di denaro il più semplice possibile, chiediamo che le donazioni siano trasferite direttamente sui conti delle donazioni della Fondazione Guido Fluri (in CHF) o della Gustav Adolf Werk (in EUR). Tutte le donazioni confluite in uno dei due conti sotto la parola d’ordine “CPCE Easter Collection 2020” saranno divise in parti uguali tra le due organizzazioni. In caso le donazioni superassero le somme indicate, il denaro verrà utilizzato per ulteriori progetti, sempre a Lesbo e ad Aleppo.

«La base della nostra comunità di Chiese, conclude Gottfried Locher il suo appello, è la lettura e interpretazione comune del Vangelo. La comunità non si realizza solo attraverso l’incontro personale, ma anche attraverso la condivisione e la solidarietà, tradotti nell’Accordo di Leuenberg con i termini di testimonianza e servizio. Quest’anno non possiamo incontrarci nel modo tradizionale per i culti pasquali, il che è doloroso per tutti noi. Invitiamo proprio in base a questa comune esperienza di essere ancora più aperti e partecipi del messaggio liberatorio della Pasqua: Cristo è risorto!».

Ulteriori informazioni sulla raccolta fondi sul sito della Comunità delle Chiese Evangeliche, www.leuenberg.eu.

Dettagli per la raccolta fondi

 

Causale per il versamento (sia per Lesbo che per Aleppo): Cpce Easter Collection 2020 

  1. Lesbo – Fondazione Guido Fluri (Svizzera)

Raiffeisenbank Cham
CH – 6330 Cham
IBAN: CH89 8080 8008 7911 2043 3
BIC: RAIFCH22E55

oppure 

  1. Gustav-Adolf-Werk (Germania)

KD-Bank Dortmund
IBAN: EN42 3506 0190 0000 4499 11
BIC: GENODED1DKD

 

Foto: campo di Moria, isola di Lesbo

Interesse geografico: