Restare saldi nella fede

Un giorno una parola – commento a I Corinzi 1, 8

Ecco, colui che protegge Israele non sonnecchierà né dormirà
Salmo 121, 4

Gesù Cristo vi renderà saldi sino alla fine
I Corinzi 1, 8

Cosa vuole dire l’apostolo Paolo con queste parole? 

Gesù Cristo ci renderà saldi (cioè resistenti, irremovibili, forti...) e potrei continuare con i sinonimi di questa parola: saldi. Leggendo qualche versetto prima e dopo quello propostoci oggi dal Lezionario Un giorno una parola, possiamo dare un senso a questa affermazione che sa tanto di una promessa che Paolo fa per fede. Quando scrive ai Corinzi egli ringrazia Dio, colui che è fedele (9), per la ricchezza dei doni che servivano loro per comunicare la verità. E quando scrive ai Corinzi scrive anche a noi, tutti e tutte che facciamo parte dalla schiera di coloro che sono stati chiamati santi e invocano in ogni luogo il nome del Signore nostro Gesù Cristo (v. 2).

Quando nelle nostre comunità nascono discordie che minacciano l’armonia della vita comunitaria dovremmo ricordarci che non siamo noi i primi a vivere questo tipo di esperienze spiacevoli. Allo stesso tempo la lettura del testo biblico può guidarci sul sentiero della pace e dell’amore di Dio. E Paolo, chiamato ad essere apostolo di Cristo Gesù, nelle sue lettere ci può dare una mano. 

Ognuno e ognuna di noi è stato/a chiamato/a ad essere suo discepolo e sua discepola. Una grande responsabilità che grava sulle nostre spalle. Dunque, bisogna sempre ricordarsi dell’immensa grazia che abbiamo ricevuto da Dio e di quanto Egli è stato generoso con noi. Bisogna che valutiamo bene i nostri inestimabili privilegi e ringraziare il Signore come fa l’apostolo in questa occasione.

Perciò affidiamo la nostra vita, il benessere della nostra comunità, il futuro del nostro paese nelle mani di colui che ci renderà forti per affrontare le difficoltà, resistere alle tentazioni ed essere irremovibili nella nostra fede nel Dio Uno e Trino.

Interesse geografico: