Dio, Signore del tempo e della storia

Un giorno una parola – commento a Salmo 103, 19

Il Signore ha stabilito il suo trono nei cieli, e il suo dominio si estende su tutto 
Salmo 103, 19

Alleluia! Perché il Signore, nostro Dio, l’Onnipotente, ha stabilito il suo regno. Rallegriamoci ed esultiamo e diamo a lui la gloria
Apocalisse 19, 6-7

Questo è a mio parere uno dei versetti più tranquillizzanti della Sacra Scrittura: il dominio del Signore si estende su tutto

Chissà cosa ne pensano coloro che del potere e del dominio hanno fatto la ragione della loro vita!

Chissà cosa ne pensano coloro che, anche all’interno delle mura domestiche, esercitano un dominio fisico o psicologico su chi è più debole e non ha la forza di opporsi a tanta crudeltà!

Chissà cosa ne pensano i trafficanti di essere umani, vili mercenari senza scrupoli che mercanteggiano la vita con il denaro, molto spesso trasformando la speranza in morte! 

Chissà cosa ne pensano coloro che affamano intere popolazioni al punto da renderle incapaci ad ogni reazione, così come sono fiaccate nel corpo e svuotate nella mente.

La Parola di Dio ci dice che per costoro arriverà il tempo in cui anche la loro vita sarà richiesta e tutto il loro potere crollerà miseramente, così come qualsiasi costruzione senza solide fondamenta. C’è un dominio che nessuno potrà mai avere e che appartiene solo a Dio, Signore del tempo e della storia, ed è il dominio sul progetto che Lui ha per ciascuno e ciascuna di noi. Non il progetto di un sovrano assetato di potere, ma quello di un Padre che ama e che attende i suoi figli e figlie nel Suo Regno. Amen!

Interesse geografico: