Torna in presenza la Colletta Alimentare

Nei supermercati aderenti la possibilità di donare un alimento per chi versa in povertà

Compie 25 anni la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare che torna in presenza dopo l’edizione 2020 in cui era stata dematerializzata e realizzata con gift card convertite in cibo: domenica 27 novembre, invece, in 11.000 supermercati in tutta Italia sarà possibile acquistare fisicamente alimenti non deperibili da donare alle persone in difficoltà, accolte dalle strutture caritative convenzionate con Banco Alimentare.

Un gesto che ha il valore di un dono alla portata di tutti: «Il significato più profondo è quello di consentire una semplice esperienza di gratuità e carità, con un gesto alla portata di chiunque - spiega Salvatore Collarino presidente di Banco Alimentare Piemonte - Tanto più importante in un momento come questo, in cui la pandemia ha aumentato la richiesta di aiuti. Oggi, a livello nazionale, riusciamo ad assistere 1,7 milioni di persone sui 5 milioni di persone che versano in povertà stimate dell’Istat, 111.249 solo in Piemonte».

La colletta alimentare rappresenta la prima esperienza solidale di questo tipo e nei 25 anni della sua storia ha avuto il merito di sensibilizzare la cittadinanza alla cultura del dono, ottenendo risultati importanti anche dal punto di vista numerico: «La giornata della Colletta è nata in modo quasi informale, una piccola iniziativa tra amici, raccogliendo inizialmente contributi minimi. Oggi in Piemonte copriamo 1.200 supermercati, ovvero la quasi totalità, toccando anche i piccoli centri. La cultura del dono si è diffusa in modo efficace».  

Una fitta rete che si regge sul lavoro di migliaia di volontari: nell’ultima edizione in presenza erano 145.000, numeri in leggera contrazione per questa venticinquesima edizione, inevitabilmente condizionata da un’emergenza sanitaria che non cessa. «Non nascondiamo che c’è qualche timore e resistenza in più a causa dell’epidemia e in qualche supermercato c’è qualche difficoltà a coprire tutti i turni. Lavoriamo fino all’ultimo per riuscire a dare la massima copertura possibile. Lavoreremo in sicurezza, rispettando i protocolli di sicurezza e vincolando il nostro personale volontario al possesso del green-pass».

Per trovare i punti vendita aderenti basta andare sul sito www.colletta.bancoalimentare.it

Per chi non riuscisse a recarsi sul posto sarà possibile donare la spesa anche online dal 29 novembre al 10 dicembre su Amazon.it. Da domenica 28 novembre a domenica 5 dicembre 2021 , poi, la Colletta Alimentare continuerà anche attraverso le Charity Card di Epipoli, da 2, 5 o 10 euro, che potranno essere acquistate nei supermercati aderenti all’iniziativa oppure online sul sito www.mygiftcard.it. Le donazioni saranno poi convertite in alimenti.  

 

Foto di Polycart via Flickr

 

Interesse geografico: