Volley: Pinerolo sogna la A1

Lunedì a Montichiari una vittoria porterebbe alla storica promozione. E la società mette a disposizione un pullmann gratuito per i tifosi

La Pinerolo pallavolistica si prepara a un nuovo capitolo dell’entusiasmante serie spareggio valida per l’accesso in serie A1. La società pinerolese non ha mai raggiunto un obiettivo tanto prestigioso e l’anno scorso l’aveva soltanto sfiorato cedendo a Vallefoglia in finale play-off. La mentalità vincente del gruppo dirigente e dello staff tecnico imponevano un ulteriore salto di qualità per questa stagione che, date le premesse, poteva significare soltanto centrare lo storico obiettivo, comunque arduo vista la presenza di molte formazioni attrezzate per ambire alla massima serie. L’impressione che il gruppo fosse comunque migliorato rispetto all’ottima stagione scorsa è stata presente durante tutta la stagione, confermata dai risultati che avevano visto Valentina Zago e compagne piazzarsi al primo posto nel girone B guadagnandosi quindi l’accesso allo spareggio con Brescia, che aveva primeggiato nell’altro raggruppamento. 

Partiva sfavorita Pinerolo, al cospetto di una formazione appena scesa dalla A1 e con l’intenzione di risalire immediatamente, supportata dall’allestimento di un roster di prima qualità che aveva dominato, così come Pinerolo, il proprio girone. Sul campo però il pronostico era stato da subito ribaltato e in gara 1, giocata a Chieri per questioni di capienza dell’impianto, le ragazze guidate da Michele Marchiaro si erano imposte con un perentorio 3-0, mostrando una superiorità a tratti disarmante e infondendo fiducia ed entusiasmo nella fedele tifoseria al seguito della squadra. Fiducia trasformata in euforia nel secondo match, giocato a Montichiari, in casa di Brescia, dove Pinerolo, con qualche fatica in più, si era imposta al tie-break portando la serie sul 2-0. 

Domenica scorsa, nuovamente a Chieri, Pinerolo aveva quindi l’occasione di chiudere il discorso con la terza vittoria. Il Palafenera era una bolgia, 1500 spettatori e una coreografia da grandi occasioni per un evento storico per tutto lo sport pinerolese che in nessuna disciplina aveva mai visto una formazione nella massima serie. Dopo essere stata in vantaggio due volte, però, la formazione di casa aveva ceduto al quinto set, sprecando un vantaggio di 4 punti nella frazione decisiva che lasciava l’amaro in bocca a tutti gli appassionati accorsi a Chieri. «Abbiamo avuto fretta di chiuderla - ha spiegato coach Marchiaro a fine gara - nel volley invece ci vuole pazienza e occorre pensare giocata per giocata cercando di fare bene ciò che ti ha portato fin lì. Detto questo, Brescia è una squadra fortissima e sapevamo che non sarebbe stato semplice»

L’appuntamento è quindi per lunedì 4 aprile di nuovo a Montichiari, quarta gara di una serie che vede ancora Pinerolo in vantaggio. Sicuramente però Brescia ha acquistato fiducia e avrà l’occasione di tentare l’aggancio tra le mura amiche con una rinnovata fiducia nei propri mezzi. Nell’ambiente pinerolese non manca comunque l’ottimismo: il coach Michele Marchiaro ha da sempre avuto come punto di forza la cura dell’aspetto psicologico e nel corso della settimana avrà certamente lavorato su questo aspetto, in una fase della stagione in cui ormai, a livello tattico e fisico, c’è poco da aggiungere. Una nota positiva è rappresentata dal pieno recupero della palleggiatrice Vittoria Prandi che in gara 3 avevav giocato solo scampoli di partita dopo l’infortunio al polpaccio subìto in gara 2. Una garanzia di classe ed esperienza che sarà certamente preziosa in un incontro di questo genere, anche se bisogna riconoscere che la sua giovanissima sostituta Febe Faure Rolland si è comportata benissimo, dimostrandosi giocatrice matura nonostante la giovane età.

Ci sono quindi tutte le premesse per una partita entusiasmante che i supporter pinerolesi seguiranno dal vivo, saltando a bordo del pullmann messo gratuitamente a disposizione dalla società, che sa quanto sia importante il supporto dei Pinerolo Boys, a maggior ragione dopo una stagione (quella passata) disputata nel surreale silenzio degli spalti vuoti. In caso di sconfitta, Pinerolo avrebbe comunque ancora una chance da giocarsi ancora a Chieri, per coronare un sogno costruito stagione dopo stagione attraverso una crescita continua che ha portato la società alle porte dell’olimpo pallavolistico: ora occorre il passo decisivo per entrare.

Interesse geografico: