Esteri

Nuova Caledonia verso il referendum per l'indipendenza, ma Parigi non molla

La storia della Nuova Caledonia si sta avvicinando a un punto di svolta: il referendum di autodeterminazione del 4 novembre 2018 segnerà il culmine di un processo lungo più di trent'anni. Sono stati gli accordi di Matignon a preservare la pace civile tra il 1988, l'anno degli scontri più accesi fra popolazione locale e forze militari francesi, e i giorni attuali.

"L'idea che l'umanità possa prosperare senza pace è delirante e falsa"

Negli ultimi mesi abbiamo parlato più volte del processo di pace in Corea e dei tentativi fatti dalle chiese di varie denominazioni, a livello nazionale e di organismi internazionali, per favorire il riavvicinamento dopo settant’anni di divisioni: dalla Federazione coreana cristiana (Kcf) al Consiglio nazionale delle Chiese della Corea (cfr. per esempio qui), dalla Comunione mondiale di chiese riformate (cfr.

Pechino fermi la persecuzione contro i cristiani

Ben 297 pastori protestanti di 21 province e regioni autonome cinesi alcuni giorni fa hanno firmato una petizione nella quale si chiede al governo di fermare la sua «azione violenta» contro i cristiani e di accettare la distinzione tra Chiesa e Stato.

Tags:

Argentina. Chiese della riforma: sì a educazione sessuale nelle scuole

La Comunione delle chiese della Riforma (Cir) in linea con quanto già dichiarato pubblicamente dalla Federazione delle chiese evangeliche in Argentina (Faie), ha divulgato una dichiarazione nella quale sottolinea che nessuna organizzazione può pretendere di essere la voce di tutte le chiese e delle loro istituzioni educative: «Come chiese eredi della Riforma protestante, che ci ha lasciato un impegno con la realtà, con la vita in pienezza per tutte le persone, al di là di ogni questione di razza, cultura, identità religiosa o opzione sessuale, affermiamo

Affermare l’uguaglianza di tutti gli esseri umani nella loro dignità e nei loro diritti

Affermare l’uguaglianza di tutti gli esseri umani nella loro dignità e nei loro diritti; descrivere le migrazioni come un fenomeno intrinseco alla condizione umana; denunciare il rifiuto dell’accoglienza a chi fugge da violenze e sofferenze come contrario alla chiamata di Cristo. Sono solo alcuni dei punti qualificanti del messaggio redatto dai partecipanti alla Conferenza mondiale su «Xenofobia, razzismo e nazionalismo populista nel contesto delle migrazioni internazionali», tenutasi a Roma dal 18 al 20 settembre scorsi.

Il Kurdistan brucia nella generale indifferenza

Come aveva denunciato pochi giorni fa (settembre 2018) il giornalista Nurcan Baysal “devastanti incendi boschivi provocati da operazioni militari imperversano da ormai tre mesi a Dersim, provincia curda nella Turchia orientale”. Senza naturalmente dimenticare che questa località, popolata da curdi aleviti, nel 1938 fu teatro di "un brutale massacro attuato dalle forze di sicurezza, un massacro in cui decine di migliaia di persone sono state uccise e sfollate”.

Giorno per giorno, la centralità della dimensione spirituale

Conclusa l'assemblea di Basilea della Comunione di chiese protesanti in Europa (Ccpe), cerchiamo di coglierne i momenti salienti con il pastore Mario Fischer, che ci parla dal suo ufficio di segretario generale della CcpE a Vienna.

 L'Assemblea è stata molte cose insieme: discussione di documenti importanti, confronto fra esperienze di chiese grandi e piccole, di Stato o di minoranza, ecumenismo, società: ma quali sono i suoi compiti?

Caos colera in Zimbabwe

Tutte le chiese dello Zimbabwe sono chiamate a prendere provvedimenti per frenare l’epidemia di colera che sta attanagliando il Paese. Ieri, il ministro della sanità Obadiah Moyo lo ha chiesto in occasione di una conferenza stampa ricordando che i casi di colera registrati sono 3.766. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha affermato che la malattia si sta diffondendo rapidamente anche nella Capitale, Harare.

La Domenica della libertà contro le nuove schiavitù

Il prossimo 23 settembre, oltre 3.000 chiese presenti in 48 paesi diversi celebreranno la Domenica della libertà, iniziativa promossa dalla International Justice Mission (IJM), la più grande organizzazione anti-tratta.

Oggi esistono al mondo più di 40 milioni di schiavi, 1 su 4 è un bambino (fonte: Organizzazione internazionale del lavoro) e la IJM incoraggia le chiese a lottare insieme contro la schiavitù in modo da rendere concreto l’invito di Dio a «praticare la giustizia e liberare l’oppresso» (Geremia 22, 3).

«Gli Usa si impegnino di più nell'accoglienza dei rifugiati»

Il reverendo Jimmie Hawkins, direttore dell'Ufficio di Pubblica testimonianza della PcUsa, la Chiesa presbiteriana statunitense, si è unito ai leader religiosi delle maggiori denominazioni cristiane in una veglia di preghiera e un raduno a Lafayette Park, di fronte alla Casa Bianca, lo scorso mercoledì.

Pagine

Abbonamento a RSS - Esteri